sabato, 25 Giugno 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoBassa PadovanaEste, un aiuto contro la violenza di genere

    Este, un aiuto contro la violenza di genere

    Banner edizioni

    La violenza di genere continua a colpire, ma il Centro antiviolenza offre un aiuto a tutte le donne in difficoltà di Este

    violenza di genere

    Nel 2020 sono state ben 14 le donne di Este che hanno chiesto e trovato aiuto presso il Centro Veneto Progetti Donna, anche grazie allo sportello DonneDeste attivo in città, in via Vallesina 15. Tra le vittime, 12 sono di nazionalità italiana mentre 2 provengono da Paesi stranieri. La metà di loro ha figli minori, per un totale di 11 bambine e bambini costretti a vivere gli episodi di violenza all’interno delle mura domestiche insieme alle loro madri. Le donne accolte e supportate hanno un’età che va dai 33 ai 71 anni. Il report dei dati relativi al 2020 non fa che ribadire, ancora una volta, che il fenomeno della violenza maschile contro le donne è trasversale e tutti i segmenti di popolazione. Colpisce tutte le fasce d’età, persone di ogni contesto sociale, occupate o disoccupate, con diversi gradi di istruzione.

    L’autore della violenza è spesso il partner

    “Nella totalità dei casi che abbiamo avuto in città, l’autore della violenza è un partner attuale o passato della vittima – spiega l’assessore alle Politiche sociali Lucia Mulato –. La forma di violenza segnalata più di frequente è quella psicologica. Seguono quella fisica, quella economica e poi lo stalking”.

    Il primo contatto con il Centro

    Il primo contatto con il Centro antiviolenza avviene solitamente attraverso il numero verde (1522) oppure i numeri verdi dello sportello (049.8721277 e 800.814.681). La maggior parte delle donne che contattano il Centro antiviolenza lo fa in maniera autonoma e se nei suoi trent’anni di attività il Centro Veneto Progetti Donna ha aiutato e sostenuto circa 10.500 donne di tutta la provincia, nel 2020 il numero di accessi è stato inferiore all’anno precedente: 907 contro 1.082. Un calo dovuto non alla diminuzione del fenomeno ma alla difficoltà a chiedere aiuto causata dal lockdown: nei mesi di isolamento le vittime hanno trascorso molto più tempo a contatto con i loro aguzzini.

    I dati sulla violenza di genere nel 2020

    “Il 2020 è stato un anno faticoso anche per riuscire a garantire l’apertura dei nostri centri antiviolenza. Nonostante la pandemia e le limitazioni imposte non abbiamo mai smesso di essere al fianco delle donne e di ascoltare le loro storie – dichiara Mariangela Zanni, presidente del Centro Veneto Progetti Donna –. I dati sulle accoglienze del 2020 dimostrano la natura essenziale di un servizio come il nostro. La sfida per il 2021 sarà quella di garantire una risposta ancora più concreta alle tante donne che decidono di uscire dalla violenza. Crediamo nella forza della rete e nella collaborazione continua tra gli attori che operano per il contrasto della violenza maschile sulle donne”.

    Maria Elena Pattaro

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni