Logo testata di vicenza

Home Padovano Padova Padova, viabilità: pannelli con messaggio variabile, ecco i nuovi arrivati

Padova, viabilità: pannelli con messaggio variabile, ecco i nuovi arrivati

Operativo per la fine di giugno il sistema di infomobilità che ha l’obiettivo di migliorare la distribuzione dei flussi di traffico specie in ingresso in città

Il sistema comprende 10 pannelli a messaggio variabile, due sistemi di calcolo automatico dei posti liberi ai parcheggi scambiatori Guizza e Pontevigodarzere, un servizio di calcolo del tempo di percorrenza su 20 itinerari predefiniti, scelti tra quelli principali di spostamento in città e un “cervellone” centrale che ha il compito di raccogliere dati in tempo reale (compresi i posti liberi di 8 parcheggi APS) elaborare i dati, determinare gli scenari di traffico e gestire i pannelli a messaggio variabile.

I pannelli a messaggio variabile (di due tipologie ) sono in corso di installazione lungo le tangenziali esterne e lungo alcune delle principali direttrici di traffico cittadine: sono già stati posizionati quelli in Corso Primo Maggio tra le uscite 12/11 e 11/10, entrambe in direzione sud e quelli in via Venezia, via Bembo e Guizza. Sono stati completati anche i pannelli informativi dei parcheggi capolinea Nord e Sud del tram. I collaudi sono previsti per il mese di maggio e la formazione della Polizia Municipale per la gestione del software e della centrale è prevista a partire dal metà giugno. Tutto l’insieme è realizzato dalla Swarco Mizar azienda che si è aggiudicata l’appalto e ha richiesto un investimento complessivo di circa 500 mila euro.

Ma cosa comunicheranno questi pannelli agli automobilisti? Quelli posizionati lungo la tangenziale (due di nuova installazione più quelli già esistenti che saranno messi in rete ) suggeriranno gli itinerari migliori e quindi le uscite consigliate per entrare in città, mentre quelli in prossimità dei capolinea del tram di Guizza e Pontevigodarzere evidenzieranno quando il tempo di percorrenza verso il centro con l’uso del tram sarà minore di quello con l’auto, segnalando anche la disponibilità di posti (aggiornata in tempo reale) nel parcheggio scambiatore. Un invito quindi a lasciare lì il mezzo privato e a proseguire con quello pubblico.

Quelli invece lungo le direttrici di traffico informeranno gli automobilisti del tempo stimato di percorrenza con un aggiornamento ogni 5 minuti e rilevamenti dalle 6,30 del mattino fino alle 22,30

In questo modo l’automobilista potrà o optare per altri itinerari meno congestionati o scegliere di proseguire con altri mezzi come bici e monopattini elettrici a noleggio, bus o tram. In futuro, quando tutti i parcheggi a pagamento gestiti da APS avranno la rilevazione degli stalli occupati, potranno informare anche sui posti liberi disponibili evitando i tradizionali, e inquinanti oltre che irritanti, lunghi giri alla ricerca di un posto dove parcheggiare l’auto. (continua dopo la gallery)

Il sindaco Sergio Giordani sottolinea il progetto complessivo entro il quale si inserisce questo intervento: “Questo sistema si aggiunge alle innovazioni alle quali non abbiamo mai smesso di lavorare anche durante la dura fase pandemica. Una Padova sempre più smart è una città che non è solo più “facile” per i cittadini ma anche più attrattiva per i visitatori.

L’assessore alla mobilità Andrea Ragona commenta: “Andiamo avanti col nostro progetto di rendere la mobilità più al passo coi tempi. Grazie a questo intervento oramai in dirittura d’arrivo, le informazioni saranno date in diretta ai cittadini e anche chi viene da fuori Padova troverà delle indicazioni su come muoversi. Questi dati sono già disponibili sull’app Easy Padova. Sui display oltre al numero di posti liberi nei parcheggi in struttura, ci sarà anche l’indicazione dei percorsi. Nei prossimi mesi l’informazione sarà implementata col numero in diretta dei parcheggi a raso. Ai capolinea del tram verrà dato inoltre l’orario di diretta di partenza del tram. Insomma, siamo al lavoro per una Padova al passo coi tempi”.

L’ AD di Aps Holding Riccardo Bentsik spiega: “Il progetto da tempo elaborato sta finalmente prendendo forma ed entro giugno i pannelli saranno operativi. Il completamento del sistema farà un ulteriore e fondamentale passo in avanti grazie all’installazione di sensori sugli stalli stradali il cui test, che abbiamo deciso di sperimentare in via Scrovegni, dovrebbe partire sempre entro il mese di giugno. Tasselli questi che rientrano nel più vasto progetto di smart city che l’amministrazione sta perseguendo”.

Le più lette