Logo testata di vicenza

Home Veneto Attualità Veneto, Zaia: "Con il nostro certificato vaccinale i veneti vanno dove vogliono"

Veneto, Zaia: “Con il nostro certificato vaccinale i veneti vanno dove vogliono”

“Con il nostro certificato vaccinale i veneti vanno dove vogliono”. Così, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante il punto stampa covid di oggi.

Zaia

Zaia interviene sul dibattito in corso sul passaporto vaccinale (green pass) per la libera circolazione delle persone e lo fa sottolinando che “il Veneto è stato il primo a fare il certificato vaccinale in Italia ai suoi assistiti e con quel certificato in tasca, che attesta tutte le vaccinazioni fatte da una persona, i nostri veneti vanno dove vogliono”.

Discoteche e spettacoli viaggianti

Poi l’appello a tutela del settore delle discoteche. “Le discoteche – dice il governatore – sono sempre state disponibili a tutte le misure di prevenzione, al tampone e a tutte le verifiche possibili, e non lo dico solo perché conosco bene il settore: fatele aprire e mettetele alla prova”. Questa la richiesta di Luca Zaia alla cabina di regia per le discoteche, ma anche per il settore degli spettacoli viaggianti. Infatti, continua, “si tratta di settori che dall’anno scorso non hanno mai riaperto: settori massacrati”.

Coprifuoco, ristorazione e piscine: le richieste di Zaia

Le richieste alla cabina di regia non finiscono però qui. Zaia chiede anche di mettere mano al coprifuoco, al tema della ristorazione al chiuso e delle piscine. “Sono ore cruciali, la riunione di oggi della cabina di regia ci vede da fuori, come osservatori nel dibattito, pensare che qualcuno debba mettere mano al coprifuoco piuttosto che al tema della ristorazione all’interno, a dare una risposta al mondo delle piscine al coperto” – sottolinea il presidente della Regione Veneto.

Zaia: “Dopo i 40enni sarà un ‘liberi tutti’, chiunque avrà diritto ad essere vaccinato”

Infine, l’annuncio di Luca Zaia sui vaccini: “In una sola settimana la Regione è arrivata già al 65% degli over 50, mentre per gli over 40 è già al 41%. Da domani avremo 80mila posti prenotabili per i 40enni e i 50enni dopodiché sarà un ‘liberi tutti’: a quel punto chiunque avrà diritto ad essere vaccinato”. Insomma, “la campagna vaccinale in Veneto sta andando benissimo, ma mancano dosi: 200mila sono poche per una settimana, ci bastano solo per un paio di giorni” – afferma il governatore, ricordando che “più si vaccina e prima si torna alla normalità”.

“Anche se i dati sono in calo il virus c’è ancora – conclude -, ma il dato positivo è che dove abbiamo vaccinato scompaiono i vaccinati dai ricoveri. Quindi vuol dire che il vaccino funziona”.

 

Le più lette