Logo testata di vicenza

Home Rodigino Adria Adria, in arrivo tre progetti di rigenerazione urbana per 5 milioni di...

Adria, in arrivo tre progetti di rigenerazione urbana per 5 milioni di euro

Rigenerazione pubblica: Adria diventa più inclusiva grazie a tre nuovi progetti dell’amministrazione Barbierato

Da sinistra, l'assessore Marco Terrentin, il sindaco Omar Barbierato e l'ingegner Andrea Portieri
Da sinistra, l’assessore Marco Terrentin, il sindaco Omar Barbierato e l’ingegner Andrea Portieri

Prosegue il lavoro di pianificazione e programmazione intrapreso dall’amministrazione civica guidata dal sindaco Omar Barbierato per rendere Adria una città più attrattiva, inclusiva e sempre più a misura di famiglia, attraverso progetti di rigenerazione urbana.

Adria: ecco i tre progetti di rigenerazione urbana

“Le nuove progettualità – entra nel merito l’assessore ai Lavori pubblici Marco Terrentin – interesseranno la riqualificazione e il recupero di aree verdi del territorio comunale, che saranno implementate da attrezzature e nuovi parchi gioco per favorire i momenti di aggregazione all’aperto. La realizzazione di percorsi ciclabili di unione tra i percorsi già esistenti, la sistemazione dei monumenti ai caduti, i sagrati di alcune chiese nelle frazioni, anche in funzione dell’abbattimento delle barriere architettoniche e la sistemazione delle delegazioni frazionali”.

“Altra opera importante riguarda la rigenerazione di corso Garibaldi e le aree del centro storico di Adria, per le quali è in fase di approvazione tecnica ed economica un altro progetto da 3 milioni di euro ” spiega l’assessore Marco Terrentin.

Adria, piano triennale delle opere pubbliche: “Tre opere pronte per essere approvate”

“I tre progetti di rigenerazione urbana in cantiere, – rende noto il primo cittadino Omar Barbierato – verranno inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche come idee di progetto per essere approvate nel prossimo consiglio comunale. Requisito richiesto dalla legge di bilancio 2020, per poter partecipare al bando varato dal Ministero per l’assegnazione fino a 5milioni di euro di contributi statali a fondo perduto destinati ai comuni”.

Le più lette