Logo testata di vicenza

Home Veneziano Cavarzere Cavarzere, inaugurato lo spazio dedicato al Centro Diurno dell'Ipab Danielato

Cavarzere, inaugurato lo spazio dedicato al Centro Diurno dell’Ipab Danielato

Era l’ultimo tassello, lo spazio dedicato al Centro Diurno dell’Ipab Danielato, che ora è stato ultimato. Al taglio del nastro dello scorso 10 giugno erano presenti il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi, il vicesindaco Paolo Fontolan, gli assessori Cinzia Frezzato e Heidi Crocco.

Il Presidente dell’IPAB Fabrizio Bergantin ha presentato l’incontro ricordando “il raggiungimento di una tappa importante, in quanto il futuro Centro Diurno potrà offrire un’accoglienza di tipo giornaliero per persone anziane autosufficienti”. (continua a leggere dopo la gallery)

Il centro

Il centro si sviluppa al civico 46, di fronte all’attuale Centro Servizi con accesso indipendente e personale dedicato. Comprenderà uno spazio per l’accoglienza, una zona soggiorno per le attività, una stanza per il riposo,una zona di coordinamento e i servizi igienici. Il Centro offrirà un’ospitalità di tipo giornaliero e prevede una disponibilità per sedici persone.

L’offerta della struttura

Previste attività ludico-ricreative come: tombola, giochi di società, laboratori creativi di produzione di oggetti,uscite all’esterno, gite ed escursioni, soggiorni climatici, feste, iniziative in collaborazione con diverse realtà della comunità locale e qualsiasi altra attività utile a creare occasioni socializzanti e di svago per i destinatari del servizio della struttura. Il servizio si potrà avvalere della collaborazione del servizio di psicologia e di assistenza sociale già attivi presso l’unità di offerta Centro servizi per persone anziane non autosufficienti. Il personale fornirà l’assistenza di base che comprende la tutela,l’igiene e la cura della persona,dell’abbigliamento, l’aiuto nell’assunzione dei cibi, la cura dell’alloggio, il sostegno delle relazioni sociali. Il personale addetto al servizio infermieristico assicurerà inoltre la corretta applicazione dei protocolli terapeutici, un’adeguata somministrazione dei farmaci, il monitoraggio delle condizioni di salute degli anziani e l’attivazione di pronto intervento sanitario al bisogno. Il servizio di ristorazione, affidato alla cucina interna, sarà progettato per consentire la scelta tra più alimenti accogliendo, per quanto possibile, le preferenze dei residenti e la stagionalità dei prodotti.

Le dichiarazioni dell’amministrazione comunale

“La Giunta ringrazia sentitamente il Presidente della Casa di Riposo e i componenti dei due cda che hanno contribuito fattivamente alla realizzazione dell’opera, senza dimenticare l’intero personale amministrativo e socio assistenziale della struttura che è riuscito a dare sempre un servizio ottimale agli ospiti” fa sapere l’amministrazione comunale in una nota.

Giorgia Gay

 

Le più lette