Logo testata di vicenza

Home Veneziano Chioggia Chioggia, al via la stagione turistica: anche i campeggi sono pronti

Chioggia, al via la stagione turistica: anche i campeggi sono pronti

Turismo. Al via la stagione, anche i campeggi di Chioggia sono pronti. Sono soprattutto italiani i clienti che hanno confermato la vacanza, ci sono buone aspettative però anche per gli stranieri

Campeggio

Pronti al via con la voglia di ripartire il prima possibile. I campeggi sono pronti all’apertura della stagione estiva. Le strutture di Cisa camping di Sottomarina e Isola verde, intensificando le misure di prevenzione anti Covid (docce no touch, sanificazioni di bungalow e chalet, servizi di pulizia continui, distanziamenti tra ombrelloni e tavoli, prenotazioni online, parcheggi automatizzati) sono già preparate ad accogliere nel miglior modo possibile i turisti assicurando a chi prenota tutte le garanzie su rimborsi e restituzione delle caparre in caso di lockdown o contagi.

Il desiderio di ripartire

“C’è un forte desiderio da parte di tutti gli operatori di poter aprire – spiega Luciano Serafini, presidente di Cisa Camping (Faita Confcommercio) – da settimane si sta lavorando in vista della data del 15 maggio, con l’avvio della stagione estiva. Ci auguriamo che si possa iniziare a lavorare con serenità, nella speranza di non fare la fine degli operatori degli impianti sciistici. Le strutture si sono adeguate a tutti i protocolli di sicurezza in modo da garantire agli ospiti la tranquillità di un soggiorno sicuro. La vacanza all’aria aperta risponde bene alle esigenze sanitarie di questo periodo e c’è la convinzione che molti nuovi turisti possano avvicinarsi al mondo del campeggio. Il nostro bacino di riferimento si conferma quello di prossimità: Padova, Vicenza, Verona”.

Gli stabilimenti di Sottomarina in fermento

Dalla diga di S. Felice a Sottomarina fino alla foce dell’Adige ad Isola Verde gli stabilimenti sono in fermento con le ultime sistemazioni alle strutture.

“Come già l’anno scorso, abbiamo applicato per l’avvio della nuova stagione tutti i parametri di sicurezza – aggiungono Martina Boscolo e Andrea Bacci del camping Tropical – sono previste sanificazioni continue delle unità abitative e degli spazi comuni. Pulizie generali ad ogni check in e ad ogni check out, incremento dei servizi di pulizia giornalieri, registrazioni e pagamenti telematici per evitare il più possibile il front office. Tutti i clienti saranno registrati per eventuali tracciamenti. In spiaggia abbiamo aumentato i distanziamenti tra ombrelloni e nel ristorante quello tra i tavolini, aggiungendo anche delle palme. Abbiamo ampliato il parcheggio e sistemato casse automatiche più veloci. Noi siamo pronti per poter partire. Le richieste telefoniche ci sono e ci sono già delle prenotazioni per luglio e agosto. I clienti fidelizzati hanno già confermato; registriamo un calo da Germania e Austria, che speriamo di recuperare”.

Camping Miramare: “Noi siamo pronti”

“Noi siamo pronti e le richieste ci sono – sottolinea Alessandro Boscolo Moretto, titolare del camping Miramare. – Tutti i giorni riceviamo telefonate dai nostri clienti, sia italiani che stranieri. Un piccolo segnale confortante perché l’anno scorso in questo periodo ricevevamo solo disdette. Confidiamo in un’estate normale. I protocolli di sicurezza sono gli stessi dell’anno scorso, peraltro molto apprezzati dai clienti. Nella parte di spiaggia attrezzata abbiamo distanziamenti tra ombrelloni, nella parte di spiaggia libera abbiamo posizionato dei paletti per suggerire dove sistemare le proprie attrezzature con le giuste distanze. Abbiamo rinnovato tutti i servizi igienici con rubinetti e docce no touch. La vacanza all’aria aperta è stata rivalutata molto lo scorso anno e lo sarà anche quest’anno. Nell’estate scorsa abbiamo avuto clienti nuovi e confidiamo succeda anche quest’anno. Certo molte prenotazioni saranno last minute, ma è normale visto il periodo”.

Anche nella zona più a sud del territorio fervono gli ultimi allestimenti

“Con la data di apertura del 15 maggio – spiega Elena Tiozzo del camping La Conchiglia di Isola Verde, – abbiamo delle certezze e possiamo lavorare con serenità. I clienti fidelizzati già chiamano e confermano la vacanza, il mercato estero invece è al momento bloccato. Tantissimi ci chiedono informazioni, c’è voglia di vacanza e di normalità. A tutti garantiamo la clausola di rimborso causa Covid. I protocolli di sicurezza sono gli stessi dell’anno scorso, hanno funzionato bene e gli ospiti si sono sentiti sereni”.

Eugenio Ferrarese

Le più lette