domenica, 16 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeVenetoAttualitàCultura e ripartenza, Corazzari: "La Regione Veneto ha fatto scoccare la scintilla...

    Cultura e ripartenza, Corazzari: “La Regione Veneto ha fatto scoccare la scintilla per accendere il motore”

    Leaderboard

    “RetEventi cultura Veneto 2021”, Corazzari: “La Regione ha fornito la scintilla per accendere il motore e la rete nel territorio farà il resto per la rinascita della cultura e della socialità”

    “La Regione Veneto ha fatto scoccare la scintilla per accendere il motore, quella che permetterà di far ripartire la coesione sociale, le comunità e i territori. In questo senso, la cultura è un fondamentale volano e va sostenuta: grazie agli investimenti su di essa possiamo infatti guardare con maggiore fiducia al futuro e riprendere quel filo che è stato interrotto bruscamente e drammaticamente a causa del COVID-19”.

    Così, l’Assessore regionale alla Cultura, Cristiano Corazzari, ha aperto oggi la conferenza stampa di presentazione del progetto “RetEventi Cultura Veneto 2021”, ideato e coordinato dalla Regione Veneto, che ha anche contribuito con 140mila euro.

    Progetto RetEventi: la Regione del Veneto riparte dalla cultura

    Il progetto RetEventi, nato nel 2010, è frutto di un accordo di programma tra Regione Veneto, le sei Province venete e la Città Metropolitana di Venezia e ha un doppio intento: promuovere l’offerta culturale nel territorio creando rete tra i vari soggetti, pubblici e privati, che organizzano le attività oltre a valorizzare il patrimonio storico, architettonico ed ambientale di ciascuna provincia.

    “Grazie a questo accordo di programma – ha aggiunto l’Assessore Corazzari – viene realizzata una quantità importante di eventi di altissimo valore culturale e di grande qualità in tutto il territorio regionale. Una collaborazione che permette di raggiungere una sorta di effetto moltiplicatore, grazie al volano rappresentato dalle realtà istituzionali e culturali dei vari territori. 148 eventi in programma a tutt’oggi, alcuni articolati in più manifestazioni: nei territori avremo alcune centinaia di appuntamenti, con una pluralità di discipline, che permetteranno di assicurare anche al Comune più piccolo un’offerta culturale di altissimo pregio”.

    Veneto, cultura e ripartenza: le iniziative provincia per provincia

    Secondo l’accordo condiviso, ciascuna amministrazione ha trasmesso alla Regione gli appuntamenti, previsti per l’anno in corso, dedicati alla musica, all’arte, al teatro, alla danza, tutti eventi ricchi di reminiscenze storiche e rivocazioni delle tradizioni locali. In sintesi, i programmi sono i seguenti:

    Provincia di Belluno: le iniziative terranno conto della specificità territoriale, valorizzando i diversi ambiti di interesse in cui si articola il cartellone, spaziando dalla musica al teatro, dall’arte alla danza, per arrivare alla storia e alle tradizioni popolari, senza dimenticare gli eventi in lingua locale. In particolare, si segnalano due importanti progetti musicali: “Belluno Provincia della Musica” e “Festivalli”. Quest’ultimo evento si propone come una prima edizione che ospiterà, tra luglio ed agosto, un parterre di cantanti ed artisti italiani che restituiranno, al territorio delle Dolomiti bellunesi, un panorama impareggiabile.

    Provincia di Padova: gli eventi che verranno promossi, anche grazie alla collaborazione delle categorie economiche del territorio, sono il frutto di una progettualità che porta il titolo di “Cultura in Rete” ed è in linea con la strategia regionale. La Provincia mantiene lo stesso orientamento della scorsa edizione nell’ottica della collaborazione tra Comuni e Associazioni culturali.

    Provincia di Rovigo: le rassegne partecipate o sostenute a vario titolo e singoli eventi saranno promosse direttamente dalla Provincia. Visto il successo delle scorse edizioni, la Provincia proseguirà l’esperienza del lavoro in rete tra Comuni e le Associazioni culturali. Tra le rassegne di eccellenza, si segnalano: “Polesine segreto. Miti e leggende di una terra antica e misteriosa. Tra amore e mistero” e “Bandoera. Musica in Villa, terza edizione, un festival musicale rivolto a quei giovani che desiderano intraprendere la carriera artistica”. Confermata la rassegna “Tra ville e giardini” dove si realizzano spettacoli dal vivo che si snodano, tra ville, giardini, parchi fino ad arrivare alle golene e al Delta del Po.

    Provincia Treviso: il programma riguarderà iniziative culturali trasversali che vengono individuate per la rilevanza sovracomunale, la qualità professionale e il valore dei siti turistici. Tra gli eventi promossi dalla Provincia si segnala un concerto dell’orchestra sinfonica degli studenti del Conservatorio “Agostini Steffani” di Castelfranco Veneto. Gli eventi in calendario saranno promossi tramite il supporto tecnologico messo a disposizione della Regione.

    Provincia di Venezia: il tema del progetto 2021 è intitolato “Paesaggi culturali tra terra e mare”: l’iniziativa esplorerà le possibili combinazioni della performance artistica con il paesaggio naturale e il paesaggio antropico grazie anche a proposte sperimentali per il pubblico. Si punta a promuovere manifestazioni e iniziative culturali di rete a carattere sovracomunale.

    Provincia di Verona: per il 2021 verrà proposto un programma che affronta il tema dello sviluppo e della sostenibilità. Il cartello contiene tre proposte: “Suoni del territorio”, “Sviluppo & Sostenibilità” e “Un sacco di risate…!” oltre a, in occasione del 700° anniversario della sua morte, un approfondimento sulla figura di Dante. Il programma delle iniziative è rivolto al territorio con lo scopo di valorizzare il teatro e le formazioni musicali giovanili. L’amministrazione provinciale metterà a disposizione, come location delle iniziative, i luoghi più significativi del proprio patrimonio artistico e storico.

    Provincia Vicenza: la programmazione 2021 riguarderà iniziative culturali ed eventi che prendono il nome di “La Rinascita”. Per il settore teatro vengono coinvolte compagnie di professionisti, ma anche amatoriali che con la loro attività contribuiscono a conservare una parte fondamentale della tradizione veneta. La Provincia manterrà un ruolo di coordinamento e verranno coinvolti Amministrazioni comunali e Associazioni.

    Veneto, Corazzari: “Cultura, importante sviluppare investimenti”

    “La formula dell’Accordo di programma che, oggi più che mai, rappresenta un vero e proprio strumento di concertazione, – ha concluso Corazzari – si rivela strategica e importante per il coordinamento e lo sviluppo degli investimenti nel settore culturale. Un progetto che può essere interpretato come una sorta di ristoro che si aggiunge ad altre iniziative di supporto per le attività, come quelle culturali e di spettacolo, che hanno sofferto in questo periodo difficile dominato dal virus. Di recente, infatti, proprio per i settori dello sport e della cultura, la Regione ha posto in essere azioni per oltre 6 milioni di euro, grazie ad un accordo di collaborazione con le Camere di Commercio”.

    Leaderboard

    Le più lette