Logo testata di vicenza

Home Vicenza Lonigo, fine settimana con il festival regionale della Protezione civile

Lonigo, fine settimana con il festival regionale della Protezione civile

Fitto il programma di attività, con esercitazioni dedicate perfino ai bambini

Il gruppo dei venti fondatori del gruppo di protezione civile della Provincia con il presidente Rucco e il fondatore Dandrea

Dopo undici anni, torna a Lonigo la rassegna della Protezione civile. Al parco ippodromo, infatti, da venerdì 25 a domenica 27 si terrà il dodicesimo meeting regionale della protezione civile. Ne hanno illustrato i contenuti nella sede di palazzo Nievo il presidente della provincia di Vicenza, Francesco Rucco, il sindaco di Lonigo, Pierluigi Giacomello, il consigliere provinciale delegato della protezione civile, Massimiliano Dandrea, e Gabriele Vencato, presidente della società cooperativa “Nord est centro servizi” organizzatore del meeting. Va ricordato che da qualche mese in Provincia di Vicenza s’è costituito il gruppo della Protezione civile, di cui si può leggere qui.

La manifestazione prevede un fitto programma di attività, convegni ed esercitazioni tenuti da Regione Veneto e Provincia di Vicenza con la partecipazione del Dipartimento di protezione civile Nazionale. Saranno presenti, con attività formative e di approfondimento, anche il Csv (Centro Servizi per il  volontariato), il Cai, la Croce Rossa, Sogit di Lonigo, l’Ana (Associazione Nazionale Alpini) e Usm Adventure Team.

Nei 45mila metri quadrati del parco, verranno allestiti numerosi capannoni espositivi di aziende e gruppi di volontari, per l’inaugurazione ufficiale di sabato 26 giugno e il via alle attività di formazione, informazioni e alle esercitazioni pratiche.

Un’immagine del parco Ippodromo di Lonigo dove si svolgerà il festival

“Sarà un momento di sensibilizzazione ma anche di formazione” ha esordito Rucco. L’evento, infatti, mira ad avvicinare le persone al mondo della protezione civile ed a creare nuove sinergie all’interno della sua organizzazione. Sarà anche “un momento di festa” ha aggiunto Dandrea, che vede nella manifestazione un’occasione di condivisone per addetti e volontari. Il consigliere sottolinea infatti che negli ultimi mesi si sono presentate altre emergenze tra cui, pochi mesi fa, la tempesta sui territori di Trissino. “Ma sarà anche una festa per tutti”, ha commentato in seguito Vencato.

C’è anche la “Notte da eroi” per i ragazzini dai 7 agli 11 anni da passare assieme ai volontari

Per coinvolgere i cittadini sono state infatti organizzate delle attività addestrative e delle esercitazioni operative aperte al pubblico. In questo modo ci si potrà fare un’idea di ciò che significa prestare servizio nella protezione civile. Nello specifico verranno effettuate due simulazioni di intervento. La prima, dalle 12 alle 14 di sabato, sarà un’esercitazione fluviale, che consisterà nel recupero di una persona dalle correnti di un corso d’acqua. Domenica, dalle 14 alle 17.30 si svolgerà un’esercitazione antincendio boschiva, quindi si potrà assistere alla gestione di un rogo in zone ad alto rischio di incendio.

Infine, nella notte tra sabato e domenica si svolgerà l’attività “Notte tra eroi”. Trenta bambini tra i 7 e gli 11 anni avranno l’opportunità di passare un’intera notte insieme ai volontari della protezione civile, affrontando insieme a loro numerose sfide all’insegna dell’avventura e del divertimento. (Roberto Meneghini)

Le più lette