lunedì, 15 Aprile 2024
HomePadovanoPadovaPadova: al Portello ritorna "River Film Festival 2021 "

Padova: al Portello ritorna “River Film Festival 2021 “

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Nel cuore dell’estate, dall’1 al 25 luglio, nella suggestiva cornice del Porto Fluviale di Porta Portello, sbarca a Padova la quindicesima edizione del River Film Festival.

Anche quest’anno, nonostante le ristrettezze e le difficoltà causate fino all’ultimo dall’emergenza sanitaria, molte saranno le iniziative e gli eventi speciali organizzati dall’associazione R

esearching Movie per accompagnare, con qualche bella novità, l’attesissima selezione di corti da tutto il mondo in concorso.

Il RFF è sostenuto dal Comune di Padova – Assessorato alla Cultura e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con il patrocinio del Parlamento Europeo e dell’Università degli Studi di Padova.

Come di consueto il festival si aprirà con una serie di eventi speciali. A cominciare dalla serata di inaugurazione, giovedì 1° luglio, che vedrà in anteprima nazionale e alla presenza del pluripremiato regista Mark Craig la proiezione del film Running for the Revolution, la storia del più grande atleta olimpico di Cuba, Alberto Juantorena, vincitore di due medaglie d’oro ai Giochi di Montréal 1976. Alla serata parteciperanno, in qualità di ospiti speciali, Lisset Argüelles Montesinos (addetta culturale dell’ambasciata cubana), Marco Papacci (presidente dell’associazione nazionale di amicizia Italia Cuba) e Ada Galano (presidente di Conaci, associazione coordinatrice dei cubani residenti in Italia).

Altre serate emozionanti saranno quelle della sezione River Remembrance, che, nel ricordo di amici del RFF recentemente scomparsi (Maria Claudia Calore e Stefano Vallin), tributeranno un omaggio a grandi personalità del mondo dello spettacolo nazionale e internazionale.

La prima serata (2 luglio, a cura di Romina Zanon) sarà dedicata a Lorenza Mazzetti (Roma, 1927 – Roma, 2020), la regista fondatrice del Free Cinema inglese, e Cecilia Mangini (Mola di Bari, 1927 – Roma, 2021), considerata la prima documentarista italiana, con la proiezione dei film Essere donne (1965) e Together (1956).

Il 3 luglio, in omaggio a Gigi Proietti, Flavio Bucci e Daria Nicolodi, sarà proiettato il film di Elio Petri La proprietà non è più un furto (1973). Infine, il 4 luglio la sezione River Remembrance si chiuderà con un tributo a Sean Connery, protagonista di un classico del cinema, Marnie (A. Hitchcock, 1964). Tutte le serate in programma avranno inizio alle ore 21,30.

Il concorso vero e proprio di opere girate da giovani autori dell’audiovisivo contemporaneo prenderà avvio martedì 6 luglio, con orario sempre dalle 21,30 alle 24 (ad eccezione della sezione VR, che avrà una sua scansione particolare, nel rispetto delle particolari modalità di visione).

Sette saranno le categorie in competizione: VR – Virtual Reality, la più coinvolgente e innovativa tecnologia cinematografica del momento (questa sezione sarà ospitata dall’8 al 16 luglio, sempre dalle ore 20 alle 23, all’interno del cinquecentesco Propileo di Porta Venezia); Sguardi italiani, un viaggio nelle nuove tendenze del cinema corto nazionale (quattro appuntamenti, dal 6 al 9 luglio);

Orizzonti internazionali, un melting pot di sguardi autoriali,  con una forte rappresentanza del cinema iraniano (cinque serate, dal 10 al 14 luglio);

Animazione, un mosaico di linguaggi e tecniche dalla stop-motion all’animazione disegnata, dalla computer grafica al rendering digitale (15 e 16 luglio);

Documentari, suggestive testimonianze di vita create attraverso un’esaltante polifonia di poetiche narrative ed estetiche (17 e 18 luglio);

Scuole di cinema, un’attenta selezione di opere prodotte da alcune delle università più rinomate al mondo (19 e 20 luglio);

Queer Shorts, sezione dedicata al cinema di genere che grazie al successo della precedente edizione triplicherà rispetto al 2020 le serate in programma (dal 21 al 23 luglio).

A completare l’articolato programma del RFF 2021 saranno le iniziative speciali di Incontri/Connessioni: il 10 luglio a Villa Dondi Dell’Orologio di Bosco di Rubano (dalle ore 16 alle 20) i seminari di River College Virtual Reality “Spatial audio e post production nella realtà virtuale” (a cura di Massimiliano Borghesi) e “Le nuove tecnologie virtuali: Matterport 3D” (a cura di Marco Molinari); l’11 luglio nel propileo di Porta Portello (dalle ore 16 alle 20) l’incontro “Utenti e distribuzione di contenuti Virtual Reality” a cura di Emilio Della Chiesa e Antonio Zanella; infine, il 24 luglio, (alla calata del Portello, ore 21,30) l’incontro “Fantasie in miniatura. Pupazzi animati, cinema e musica: viaggio attorno ai film di Jiří Trnka” (a cura di Marco Bellano).

Programma completo del festival sul sito riverfilmfestival.org

Domenica 25 luglio il River Film Festival 2021 si congederà dal suo pubblico con la stessa formula che lo scorso anno ha ricevuto tanto consenso. La premiazione e il gala di chiusura della XV edizione si intitolano Il Golden River verso Venezia: dal pontile della scalinata cinquecentesca dell’antico porto fluviale del Portello si navigherà verso Venezia attraverso un itinerario culturale a più tappe, che prevede premiazioni, visioni dei corti vincitori, un concerto jazz e un aperitivo a Dolo. Anche questo evento sarà completamente gratuito per il pubblico, ma sarà aperto a un massimo di 50 persone e soltanto su prenotazione.

Tutte le proiezioni e tutti gli eventi inizieranno alle 21,30 (salvo dove diversamente indicato) e saranno come sempre ad accesso gratuito, nel rispetto delle misure in vigore per il contenimento dell’emergenza da COVID-19.

RiFF è sostenuto dal Comune di Padova – Assessorato alla Cultura, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo supportato da un’importante rete di partenariato: Parlamento Europeo, Università di Padova, River College Virtual Reality, il Mattino di Padova, la7Gold, Radio Cooperativa, Sehstern Kommunication – Berlin, Associazione Progetto Portello e Comitato Mura di Padova.