Logo testata di vicenza

Home Padovano Piovese, campagna vaccinale: "Entro l’estate vogliamo vaccinare l’80% della popolazione"

Piovese, campagna vaccinale: “Entro l’estate vogliamo vaccinare l’80% della popolazione”

Campagna vaccinale. Il dottor Gianmaria Gioga fa il punto nel Piovese: “Entro l’estate vogliamo vaccinare l’80 per cento della popolazione”

Piovese. Vaccino

Si procede con 800 inoculazioni al giorno. Entro giugno si punta a completare gli ultraottantenni e gli over 70 e 60. Buona l’adesione dei più giovani

L’obiettivo per l’estate

“Entro l’estate puntiamo a vaccinare l’80% della popolazione dei 9 comuni dell’area del Piovese. A inizio giugno fra vaccinati (2 dosi, Pfizer, Moderna Astrazeneca e mododose Jonhson & Jonhnson), prima dose, e prenotati avevamo raggiunto quasi il 50% della popolazione”.

Il punto sul vaccino

Il dottor Gianmaria Gioga, direttore del centro vaccinale del comprensorio della Saccisica per l’Ulss 6, responsabile della campagna vaccinale anti Covid 19 sul territorio dell’area della provincia di Padova, fa il punto della situazione.

“Stanno calando da tante settimane, con una costante diminuzione – spiega ancora nel dettaglio il dottor Gioga – il numero di positivi, ricoverati e ammalati in forma grave fra le persone di ogni età. Come nel resto del paese, dopo il personale medico- sanitario, insegnanti over 80, persone fragili e conviventi e caregiver, si è vaccinato gli over 70 e over 60. E’ a buon punto la copertura degli over 50 e over 40. Fra i più giovani, e cioè dai 12 ai 39 anni, si sono aperte le prenotazioni da qualche settimana, e la risposta in termini di prenotazioni è stata entusiasta. Con tante famiglie che hanno prenotato per i loro figli minorenni e li hanno accompagnati al punto vaccinale”.

I target: over 70 e 60

Gli obiettivi nel Piovese per la prossime settimane sono precisi. Si punta a completare entro giugno i pochissimi ultra ottantenni ancora da vaccinare e, soprattutto, a chiudere le vaccinazioni con over 70 e over 60.

“Con queste categorie è possibile utilizzare senza rilevanti controindicazioni – spiega il dottor Gioga – Astrazeneca. Una facilitazione e accelerazione nelle vaccinazioni arriverà dall’utilizzo del vaccino monodose Jonhson & Jonhnson”. Il dottor Gioga sottolinea come sia i Comuni che i medici di base si siano organizzati ed abbiano permesso, con il loro lavoro e una buona organizzazione, di arrivare agli ottimi risultati conseguiti fin qui dalla campagna vaccinale anti Covid.

I Comuni

“Un grande aiuto in questi mesi – prosegue il dottor Gioga – è arrivato dalla struttura messa a disposizione dal Comune di Piove di Sacco, il Pala Junior Borgo Rossi. Qui tantissime persone hanno potuto essere vaccinate da tutta l’area. Un ringraziamento per questo va all’amministrazione comunale, alla sua piena disponibilità”.

Poi in alcuni Comuni come Correzzola e Pontelongo sono stati organizzati dei vax Day. Lo hanno fatto gli enti locali insieme con le medicine di gruppo ed i medici di base del posto.

Gioga: “Siamo a 800 vaccini al giorno”

“Grazie a questi momenti – conclude il direttore – si è riusciti a coprire larga parte della popolazione, soprattutto quella a rischio. Tanti medici di famiglia hanno raggiunto anche gli anziani e i fragili a domicilio. Ora è importante continuare la campagna vaccinale. Siamo a 800 vaccinazioni al giorno,  nell’area della Saccisica, puntiamo a portare il numero di vaccinazioni a oltre 900 al giorno con il mese di luglio. Per l’inizio dell’autunno speriamo di aver vaccinato l’80 % della popolazione vaccinabile, esclusi cioè i bambini dai 12 anni in giù”.

Alessandro Abbadir

Le più lette