Notizie
HomeRodiginoDeltaPorto Tolle, La Storia siamo Noi: venerdì la seconda giornata

Porto Tolle, La Storia siamo Noi: venerdì la seconda giornata

Si terrà venerdì 18 giugno, a Porto Tolle, la seconda giornata de La Storia siamo Noi, un progetto ideato dalla Commissione Pari opportunità provinciale che parla delle Donne, del loro essere tante cose.

Porto Tolle

Dopo il “Il fuoco delle donne” del 5 giugno scorso a Lendinara, il 18 giugno a Porto Tolle si parlerà di poesia e della femminilità.  Una serata che vedrà gli interventi di Antonella Bertoli e Federico Vendemmiati assessore alle pari opportunità del Comune bassopolesano che presenteranno l’iniziativa volta a ricordare l’8 marzo, il 10 aprile e il 25 novembre, date che a causa del covid sono state raggruppate in queste tre giornate.

Il secondo appuntamento targato “La Storia siamo Noi”

La scelta di effettuare spettacoli serali diversi serve a richiamare l’attenzione più ampia possibile, ed in particolare di quelle donne che non partecipano alle conferenze e alla politica attiva. Nel corso della serata sarà anche distribuito un volantino con i numeri dei centri antiviolenza e di aiuto. La serata si aprirà con la lettura di poesie da parte della voce magica di Angioletta Masiero, scrittrice e poetessa. Il Teatro nelle Foglie presenterà poi Immaginaria, uno spettaco acrobatico a cura della compagnia Maldimar, artisti di strada, performer e di teatro-circo. Il racconto acrobatico vedrà poesia, umorismo, improvvisazione con il pubblico e acrobatica aerea con corde. Per trenta minuti lo spettatore ne sarà parte integrante per poi tornare con i piedi per terra, ma con un sorriso in più.

Gli Psycodrummers

Chiuderà la serata la magia delle percussioni  degli Psycodrummers, artisti di strada rodigini che sono assurti a livello nazionale grazie a uno studio costante. Gli strumenti che utilizzano sono fatti da loro: c’è anche l’arte del riciclo da parte degli Psyco.

La maschera, che spesso indossano, è un elemento chiave. Vorrebbero che il pubblico imparasse ad amarli per le loro mani e i loro bidoni. Infatti indossano anche gli stessi costumi. Uniformarsi creando un unico meraviglioso suono: il loro. Il 25 giugno la terza serata dal titolo “Parità vo’ cercando” si terrà a Bergantino. Tutto il progetto è stato reso possibile grazie al finanziamento della Fondazione della Cassa di risparmio di Padova e Rovigo a cui la CPPO ha presentato il progetto.

Le più lette