Logo testata di vicenza

Home Rodigino Rovigo, Aretusini: "Avanzo di bilancio di 11 milioni, tagliate le tasse o...

Rovigo, Aretusini: “Avanzo di bilancio di 11 milioni, tagliate le tasse o si torni al voto”

Michele Aretusini, capogruppo Lega in consiglio comunale a Rovigo non  utilizza mezzi termini: “Se una giunta, al momento del bilancio, si ritrova un avanzo di 11 milioni di euro, vuol dire che deve andare a casa, perché non ha alcuna capacità per fare quanto dovrebbe”

Michele Aretusini

“Se in una azienda al momento del bilancio ti ritrovi con 11 milioni di euro in tasca sei un grande imprenditore, se lo fai in una amministrazione pubblica, in un Comune, vuol dire che è meglio per tutti se ti dimetti, perché vuol dire che non hai speso una montagna di soldi che avrebbero finanziato servizi, assunzioni, aiuti, opere pubbliche, investimenti per la collettività. Se una giunta, al momento del bilancio, si ritrova un avanzo di 11 milioni di euro, vuol dire che deve andare a casa, perché non ha alcuna capacità per fare quanto dovrebbe. Che poi questo accada alla tanto sbandierata giunta di ‘tecnici’ ed ‘esperti’ tanto magnificata dal sindaco Gaffeo al momento dell’insediamento, può solo irritare ancora di più e ancora di più indurre a riconsiderare, alla luce degli esiti, le promesse fatte in campagna elettorale”. Michele Aretusini, capogruppo della Lega in consiglio comunale a Rovigo, è allibito e sconcertato, scorrendo il bilancio del Comune di Rovigo.

Per Aretusini, “zero sostanza”

“Leggo la relazione presentata dall’assessore al Bilancio – prosegue Aretusini – e rimango senza parole, davvero. Tanti punti esclamativi, zero sostanza. Scuse e attribuzioni di colpe a tutti, tranne che a questa amministrazione. Se non siamo al ‘signora maestra, il cane mi ha mangiato i compiti’, poco ci manca, molto poco”.

Le mancanze dell’amministrazione

“Facciamo alcuni esempi, per capire quanto questa amministrazione, nell’anno più difficile dal Dopoguerra, sia riuscita a non fare. Sono riusciti a non spendere 55mila euro per le società sportive, nell’anno in cui lo sport si è fermato e queste si sono ritrovate senza introiti; sono riusciti a non impegnare 500mila euro delle multe, destinati alla manutenzione delle strade, costellate di quelle buche che, in campagna elettorale, secondo il sindaco Gaffeo sarebbero sparite in fretta, se solo avesse vinto lui; sono riusciti a non impegnare 135mila euro per l’archivio dell’Urbanistica, il settore che sta paralizzando l’edilizia in città, in un momento in cui il superbonus consentirebbe il rilancio; sono riusciti a non impegnare 260mila euro di personale, per poi lamentarsi che ‘se non riescono a fare le cose è per mancanza di personale”.

Aretusini: “Andate a casa subito e si torni al voto”

“Riepilogando, quindi, il Comune di Rovigo, mentre ci sono persone che hanno perso il lavoro, attività che hanno chiuso, persone che faticano a fare la spesa, persone che sono disperate, è riuscito a non spendere in alcun modo milioni e milioni di euro per aiutare la comunità. Ma non è colpa sua, è sempre colpa di qualcun altro con una ricerca estenuante di alibi, evidentemente”. In chiusura, un appello all’amministrazione Gaffeo. “Ormai il disastro è stato compiuto – chiude Aretusini – cercate almeno di limitare i danni, abbassando quelle tasse e quelle imposte sulle quali siete ancora in tempo ad agire. Oppure, se non ne siete capaci, andate a casa tutti subito e si torni al voto.”

Le più lette