Notizie
HomeRodiginoRovigo, inaugurato il nuovo parco della Tassina

Rovigo, inaugurato il nuovo parco della Tassina

Una bellissima mattinata di sole, preludio di una calda estate, ha fatto da degna cornice all’inaugurazione del nuovo parco, situato nel popoloso quartiere della Tassina a Rovigo.

Dopo numerosi rinvii (il taglio del nastro avrebbe dovuto essersi svolto il 1 maggio, per poi subire vari slittamenti), finalmente c’è stata la cerimonia di apertura alla citta’, del parco Giardino d’Europa. Un ettaro di verde a disposizione degli abitanti di Rovigo. Si tratta di un’area verde con giochi e piante. Un vero polmone a disposizione della città capoluogo del Polesine. (continua a leggere dopo la gallery)

L’iniziativa

“L’iniziativa parte da lontano – ha ricordato Angelo Maffione, facente parte del comitato spontaneo dei volontari della Tassina – Ed è stata portata avanti da questa amministrazione che, nonostante il periodo di piena emergena sanitaria e le difficoltà per l’affidamento dei lavori, in poco tempo dall’avvio della sistemazione, ha portato a termine il progetto”.

Come detto un ettaro di terreno, attrezzato con giochi per bambini, sabbiera e circa una quarantina di alberi e piante, grazie anche alle donazioni da parte delle lista Gaffeo, del Pd, del Forum, Bandiera Gialla e di Associazione Civica per Rovigo. Le assessore comunali all’ambiente, Dina Merlo e all’associazionismo, Erika Alberghini, hanno portato il loro saluto, anche a nome del sindaco Edoardo Gaffeo, che ha sempre seguito l’andamento dei lavori del parco, ringraziando chi ha contribuito alla realizzazione di questo importante spazio verde, fruibile da tutti i cittadini. “Un modello e un esempio del verde che vogliamo realizzare”.

L’area

L’area verrà irrigata grazie ai volontari di Controllo di Vicinato, del Comitato Tassina e di Bandiera Gialla. Il costo complessivo per la riqualificazione è stato di circa 80 mila euro: 50mila euro a carico della Fondazione Cariparo e 30mila euro del Comune. Grande soddisfazione è stata espressa anche da parte della presidente del Consiglio comunale, Nadia Romeo che ha sottolineato la valenza dell’iniziativa e dal consigliere comunale leghista, Michele Aretusini. Presente anche monsignor Claudio Gatti che ha dato la benedizione.

Il parco della Tassina

Il parco della Tassina non nasce per caso ma è il frutto, come spesso accade di una stratificazione di interventi che si sono succeduti nel tempo. Nel 2011 un imprenditore vivaista di Villadose, Filippo De Sero, donava circa 1000 esemplari tra piante ed arbusti, all’amministrazione Piva. Buona parte di queste piante venivano messe a dimora nel terreno pubblico a ridosso della palestra della Tassina. Bisogna aspettare molti anni perché un’altra amministrazione, quella Bergamin, torni ad occuparsi della gestione dell’area, nel frattempo abbandonata a se stessa e alla cura dei residenti.

La cura e passione dei residenti

Ed è proprio la cura e la passione di alcuni residenti a far sì che l’area diventi viva e arrivi ad ospitare periodiche iniziative di pulizia e sfalcio, sostenute anche da associazioni di categoria come gli architetti di Ape e volte a sensibilizzare l’attenzione pubblica e accendere un dibattito sul tema. Il continuo interesse di questi attori ha permesso di raggiungere l’assessore ai lavori pubblici dell’epoca, Gianni Antonio Saccardin e di fare partire un iter che ha portato alla realizzazione di questo piccolo polmone verde. L’impegno non finisce qui perché, nell’ambito del piano del verde, il Forum dei Cittadini ha gia’ promosso un accordo pubblico-privato, per l’acquisizione dei terreni circostanti e l’ampliamento del parco stesso come parte di una strategia ad ampio respiro.

Marco Scarazzatti

Le più lette