Logo testata di vicenza

Home Veneziano Miranese Nord Scorzè, la San Benedetto si amplia in Friuli

Scorzè, la San Benedetto si amplia in Friuli

Scorzè. La San Benedetto si amplia ancora e acquista la friulana Fonte Paradiso, rilevando lo stabilimento di Pocenia (Udine) dove gli impianti erano fermi dal 2017.

San Benedetto

Il gruppo guidato dalla famiglia Zoppas aggiunge così un nuovo insediamento produttivo alla mappa di quelli già esistenti in Italia e situati a Scorzè (sede principale), a Popoli (Pescara), a Donato (Biella), a Nepi (Viterbo), a Viggianello e ad Atella (Potenza).

Lo stabilimento in Friuli

Lo stabilimento di Pocenia, al momento della chiusura 4 anni fa, era composto da quattro linee produttive. Nel 2017 la dichiarazione di fallimento dell’emiliana Unibread, proprietà della famiglia tedesco, quando a gestire lo stabilimento era il gruppo Gabeca della famiglia Gavana, che alla Unibread aveva dato in affitto il ramo d’azienda e che decise di non riprendere le attività in proprio. Con la chiusura, 124 dipendenti di Acqua Paradiso, persero il lavoro e gli impianti furono fermati. Ora gli impianti produttivi riapriranno sotto la denominazione Pocenia Srl e una nuova insegna targata San Benedetto.

San Benedetto e l’impegno per l’ambiente

“L’acquisizione di Fonte Paradiso – fanno sapere dal gruppo – rappresenta un nuovo passo nella strategia di creare un network di fonti locali per avvicinarsi quanto più possibile al consumatore finale, limitando gli impatti ambientali”. Grazie al “Progetto Network” per la diversificazione produttiva San Benedetto ha risparmiato nel 2020 l’emissione di 23.221 tonnellate di Co2” .

È di poco tempo fa anche il lancio della nuova bottiglia Ecogreen easy, che è realizzata con il 100% di Pet riciclato ed è anche la prima referenza San Benedetto a essere carbon neutrale permetterà un ulteriore risparmio delle emissioni di gas serra lungo tutto il ciclo di vita del prodotto

(m.to.)

Le più lette