Logo testata di vicenza

Home Padovano Padova Sir2, la metropolitana leggera da Vigonza a Rubano è stata inserita nel...

Sir2, la metropolitana leggera da Vigonza a Rubano è stata inserita nel Recovery Plan

Il progetto SMART sarà ultimato entro gennaio 2026 Bentsik (Aps): “L’esperienza maturata sul campo con la linea Sir3 ha convinto il ministero della bontà e della concretezza della nostra proposta”

S i sapeva. Forse sarebbe meglio dire, si sperava. E alla fine la conferma è arrivata: la linea Sir2 – che collegherà Vi- gonza a Rubano e che è parte integrante di SMART, il sistema metropolitano a rete tranviaria progettato per attraversare tutta la città da est e ovest – è stato inserito nel Recovery Plan. Quello che il governo di Mario Draghi ha inviato a Bruxelles e di cui si attende l’approvazione. L’Unione Europea dovrebbe esprimersi entro giugno e se tutto filerà liscio Padova si vedrà finanziare interamente l’opera di trasporto leggero su rotaia. Un progetto lungo 18 chilometri e che vale la bellezza di 335 milioni di euro.

“Si aprirà una sfida enorme che cambierà la città. Ho e abbiamo lavorato molto a questo progetto, ci abbiamo creduto”, afferma il sindaco Sergio Giordani, che tiene a sottolineare lo spessore ambientale e sociale dell’operazione tram. “Perché in cinque anni darà a tutti i padovani più comodità, più salu- te, più servizi e più valori”.

31 gennaio 2026, la data di fine lavori è già cerchiata sul calendario. Per quel giorno tutta la linea SMART dovrà essere realizzata e per riuscirci a palazzo Moroni e in Aps stanno marciando spediti. Aiutati anche dall’esperienza maturata sul campo con la linea Sir3 oggi in cantiere. “Un’esperienza che è uno degli elementi positivi che ha convinto il ministero della bontà e della concretezza della nostra proposta”, confessa l’ad di Aps Holding Riccardo Bentsik.

“La capacità che ci è stata riconosciuta di aver risolto positivamente i problemi di sviluppo e di organizzazione ha fatto sì che il progetto presentato fosse ancora più solido. La grande novità – spiega Bentsik – è che tutti i lavori preliminari sono stati previsti in circa ventuno mesi. Nel giro di circa trenta mesi completeremo le attività propedeutiche per arrivare ai bandi di lavoro, con tutto il tempo necessario per chiudere i cantieri entro la scadenza stabilita del 2026”.

Mobilità sostenibile, la parola d’ordine dell’ambizioso progetto il cui studio di fattibilità era stato inviato a fine 2020 all’allora ministero delle infrastrutture e dei trasporti (ora diventato appunto delle mobilità sostenibili). Presentata ufficialmente a metà gennaio, la linea Sir2 è, come la definisce l’assessore alla mobilità Andrea Ragona, una “rivoluzione positiva”.

Il via libera di Bruxelles a giugno. Un progetto che vale 335 milioni di euro

Il completamento di SMART porterà a una trasformazione della viabilità padovana: 52 mezzi, 83,55 chilometri con 69 fermate, 4 interscambi modali auto- treno-tram, 450 corse al giorno pari a una percorrenza di 11mila chilometri, 12mila persone stimate in orario di punta e 144mila passeggeri al giorno. Otto linee che permetteranno alla mobilità di Padova un notevole salto di qualità.

“Solo il Sir2 nelle giornate di punta permetterà di togliere dalle strade qualcosa come trentamila auto, offrendo un’alternativa concreta, comoda e puntuale. Meno traffico, meno stress, meno inquinamento. Questo tram – dice Ragona – porterà la città a essere best practice a livello italiano ed europeo. Trasformerà Padova e lo farà fra pochi anni”.

Una metropolitana leggera che non sarà unicamente un’infrastruttura innovativa, ma che contribuirà alla riduzione dell’impatto ambientale su un percorso di neutralità del carbonio chiesta dall’Europa entro il 2050: la riduzione stimata di 63 milioni di chilometri all’anno sulla rete stradale porterà infatti a un risparmio di emissioni in atmosfera pari a 15.600 tonnellate annue di CO2. Oltre che di 1,2 milioni di ore in meno di ritardi accumulati solitamente sulle strade e riconvertibili in un miglioramento della qualità della vita.

Sara Salin

 

Le più lette