Logo testata di vicenza

Home Rodigino Delta Taglio di Po diventa sempre più green ed ecosostenbile

Taglio di Po diventa sempre più green ed ecosostenbile

Taglio di Po lancia una nuova sfida: quella di diventare un paese sempre più “green” ed ecosostenibile. Tanti i progetti che il paese situato nel cuore del Delta del Po intende realizzare per l’anno in corso, relativamente a quello che riguarda la difesa dell’ambiente.

Taglio di Po
Taglio di Po

Tutto parte da una certa sensibilità, che l’amministrazione comunaleda diversi anni a questa parte ha prodotto, partendo dall’adesionealla famosissima iniziativa, promossa da Caterpillar, il programma di Radio Due, che sensibilizza al risparmio energetico e alla sostenibilità ecologica. Il tema di quest’anno è il “Salto di Specie”: l’evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere.

Dalla riduzione della plastica alla mobilità sostenibile: i progetti del Comune di Taglio di Po

“Da sempre siamo impegnati direttamente nel sensibilizzare, promuovere e mettere inpratica ogni azione che possa rendere maggiormente sostenibile ilnostro stile di vita – spiega l’assessore comunale all’ambiente Alberto Fioravanti -. Per dare un segnale concreto, abbiamo deciso di dedicare il 2021 alla realizzazione di svariati progetti: continuare e implementare il progetto di riduzione della plastica avviato dall’istituto scolastico, sostenere la mobilità del progetto iniziato con la realizzazione delle colonnine di ricarica auto elettriche,mettere a dimora nuovi alberi nei parchi giochi e spazi verdicomunali, avviare un protocollo d’intesa con Plastic Free Italia, realizzare uno sportello di Risparmio energetico e incentivi, gratuitoper i residenti tagliolesi, in collaborazione con Edison”.

Un esempio per il Polesine

E siccome il Comune di Taglio di Po è sempre molto attivo, ecco che di recentesono già stati portati a compimento un paio di queste iniziative cantierate. In ordine di tempo, l’ultima ha riguardato lapiantumazione di cinque nuovi alberi, all’asilo nido Il Girasole, posizionati per permettere in futuro un maggior ombreggiamento aibimbi, per tutte le attività svolte all’esterno. Prima di questo c’erastata la firma di un protocollo d’intesa con Plastic Free, assicurando, oltre ai sostegni logistici, anche un sostegno economico alla suddetta Onlus. “Taglio di Po è stato il primo Comune del Polesine a fare questo – sottolinea Fioravanti con soddisfazione – E il secondo di tutto il Veneto”.

Marco Scarazzatti

Le più lette