martedì, 16 Aprile 2024
HomeVicentinoVicenza"Un passato che ispira", a Vicenza la mostra di bici d'epoca fino...

“Un passato che ispira”, a Vicenza la mostra di bici d’epoca fino a domenica 27 giugno

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Fino a domenica 27 giugno compresa, giorno della festa di veloCittà, 25 biciclette in mostra al Museo di Santa Corona che raccontano i 40 anni magici dell’evoluzione della bicicletta (dagli anni ’20 agli anni ’60). Decisiva l’invenzione di Tullio Campagnolo

Paulon Villis Siotto Zancan Bisogno
Da sinistra: Paulon, Villis, Siotto, Zancan e Bisogno

Questa mattina l’assessore all’ambiente Simona Siotto si è recata in visita alla mostra “Un passato che ispira. Bici d’epoca al museo” al Museo Naturalistico Archeologico (contra’ Santa Corona 4).

L’iniziativa, organizzata dall’assessorato all’ambiente in collaborazione con i Musei Civici di Vicenza e 12 associazioni, rientra nell’ambito degli appuntamenti di “VeloCittà. Una città in bicicletta!” in programma domenica 27 giugno a Campo Marzo e viale Roma, in concomitanza con la prima domenica ecologica dell’anno.

Erano presenti anche Enrico Bisogno e Paolo Zancan, ideatori dell’iniziativa, il curatore della mostra Michele Villis con gli espositori e Anna Pilastro, presidente di Fiab Vicenza, capofila delle 12 associazioni promotrici dell’evento.

Fino al 27 giugno al Museo Naturalistico Archeologico sarà possibile ammirare queste bellissime biciclette d’epoca, alcune delle quali straordinarie, dedicate ai mestieri di un tempo – ha spiegato l’assessore all’ambiente Simona Siotto –. La mostra sarà aperta fino a domenica, quando si terrà la prima giornata ecologica che ospiterà una serie di appuntamenti, tra cui “VeloCittà. Una città in bicicletta!” per promuovere la mobilità sostenibile”.

linart una bici per gli sterrati
Un pezzo degli anni ’50: una bici francese di marca Linart adatta per le corse quando molti erano ancora gli sterrati: la nonna delle bici Gravel di oggi

Fino a domenica 27 giugno, dalle 9 alle 17, saranno 25 le bici d’epoca in esposizione grazie alle quali si potrà ripercorrere la storia del ciclismo locale: Berga, Campagnolo, Imerio Massignan, G.P.M., Romano Tumellero, Filippo Pozzato, Angelo Furlan, Bruno Cenghialta, Fabio Baldato, Wilier Triestina,…

Inoltre, sono esposte anche 20 maglie di campioni autografate, trofei, medaglie e oggettistica di settore.

L’ingresso alla mostra è compreso nel prezzo del biglietto del museo. Una pubblicazione del Museo verrà offerta a chi verrà a visitare la mostra in bicicletta.

Le bici sono state messe a disposizione da Vinicio Comberlato, Enrico Paulon, Fabio Sartori, Stefano Rigon, Michele Villis e Veloce Club Vicenza.

bici e mesteiri
Biciclette e mestieri: i velocipedi specializzati per il lavoro

“VeloCittà. Una città in bicicletta!” è organizzata in collaborazione con il Comune di Vicenza da 12 associazioni ed enti (Civi&Co, Fiab Vicenza Tuttinbici, Legambiente Vicenza, Wwf Vicenza-Padova, Vicenza Bike Polo, Federazione ciclistica italiana Comitato provinciale Vicenza, Scuola berica mountain-bike, Cicletica, Cooperativa Insieme, Agesci zona Berica, Acs (Attività sportive confederate), CSI – Centro sportivo italiano (comitato provinciale di Vicenza).

Villis spiega la mostra delle bici storiche
Michele Villis di spalle davanti alle bici storiche mentre spiega la mostra all’assessore Simona Siotto e alla stampa