Logo testata di vicenza

HomeBreaking NewsAlbignasego, fondo di 100mila euro per le imprese penalizzate dal Covid

Albignasego, fondo di 100mila euro per le imprese penalizzate dal Covid

Prorogato fino al 16 agosto 2021 il termine per presentare domanda al Comune di Albignasego e accedere così al fondo dedicato alle imprese dei settori commercio, ristorazione, servizi alla persona e turismo con ridotti introiti causa Covid.

Albignasego

Il fondo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale di Albignasego ammonta a 100mila euro ed è destinato alle imprese che hanno subito restrizioni dalle varie disposizioni normative emanate durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e che hanno comportato per loro una riduzione del fatturato di almeno il 15% dal primo gennaio 2021 al 31 maggio 2021 rispetto all’anno 2019.

Albignasego, un fondo per le imprese

La somma andrà a coprire l’80% delle spese sostenute da dicembre 2020 a maggio 2021 per il pagamento delle bollette di energia elettrica, acqua, telefonia, riscaldamento; per la sanificazione e l’acquisto di Dispositivi di protezione individuale (DPI); per l’affitto o le spese di leasing dei locali. Possono presentare domanda di contributo i commercianti al dettaglio (ad esclusione delle attività inserite nelle medie e grandi strutture di vendita e dei negozi di alimentari, di prodotti igienico-sanitari, di commercio on line e vendita per corrispondenza, tabacchi, edicole, farmacie e parafarmacie); bar, ristoranti e pizzerie (escluse pizzerie di solo asporto e gastronomie); estetisti, parrucchieri e barbieri; piscine, palestre e agenzie di viaggio; gelaterie e pasticcerie; negozi di fotografia e alberghi; attività economiche che operano nel campo dell’educazione e formazione, che non abbiano convenzioni in essere con il Comune.

Importo massimo

L’importo massimo concesso sarà di 400 euro per chi presenterà la richiesta di contributo solo per le spese delle utenze, sanificazione e acquisto DPI, e di 700 euro per coloro che esibiranno, oltre alle suddette spese, anche quelle relative all’affitto dei locali dell’attività. Qualora con le domande ammesse non fosse esaurita la somma stanziata, l’Amministrazione comunale si riserva di ridistribuirla tra tutti i beneficiari individuati.

Requisiti e modalità

Requisiti e modalità operative sono consultabili nel sito internet comunale. Potranno accedere ai contributi anche coloro che hanno partecipato alla precedente iniziativa avviata dal Comune alla fine dello scorso anno e relativa alla riduzione di introiti tra marzo e settembre 2020.

Giacinti: “Invitiamo imprenditori e artigiani a presentare la domanda”

«Abbiamo pensato di prorogare i termini di presentazione della domanda» illustra il sindaco Filippo Giacinti «per fornire a più attività economiche possibili l’opportunità di usufruire di questo sostegno, che abbiamo fortemente voluto e destinato alle nostre imprese dedite al commercio e all’artigianato locale fortemente penalizzate in questi mesi. Invitiamo pertanto i nostri imprenditori e artigiani a presentare la domanda: si tratta di una piccola boccata d’ossigeno in un momento difficile, che crediamo possa essere utile anche a favorire la ripartenza».

Le più lette