Notizie

Logo testata di vicenza

HomePadovanoCodevigo: giovane ai domiciliari va a una visita medica e si rende...

Codevigo: giovane ai domiciliari va a una visita medica e si rende irreperibile

La ragazza, di origini francesi, era stata sottoposta agli arresti domiciliari in seguito ad alcuni reati di furto commessi nel 2020

duomo minacce carabinieri
Carabinieri

Lo scorso 14 luglio a Correzzola, i carabinieri della stazione di Codevigo hanno deferito in stato di irreperibilità per il reato di evasione, una ragazza nata in Francia e pregiudicata. L’indagata, infatti, sottoposta alla misura restrittiva degli arresti domiciliari, disposta dal Tribunale di Livorno, a seguito di reati di tentato furto e furto in concorso commessi nel 2020, dopo aver fruito di un regolare permesso per visita medica specialistica, non ha fatto rientro alla propria abitazione, rendendosi di fatto irreperibile. Gli accertamenti sono tuttora in corso.

Arrestato un uomo a Camposampiero: per quasi un anno aveva minacciato di morte una coppia di coniugi

Nella giornata di ieri, a Padova, presso la casa circondariale, l’arma di Camposampiero ha tratto in arresto un uomo nato in Tunisia e residente a Camposampiero, già detenuto per un altro reato, in esecuzione a un’ordinanza che disponeva la custodia cautelare in carcere emessa dall’Autorità giudiziaria di Padova. Alcuni riscontri, acquisiti nel corso di un’attività investigativa, permettevano di appurare che l’uomo, nel periodo compreso tra settembre 2020 e giugno 2021, aveva adottato un atteggiamento minaccioso e molesto, consistente in minacce di morte, insulti, appostamenti armato di coltello, lancio di bottiglie, richieste di denaro, nei confronti di due coniugi tunisini residenti a Camposampiero, provocando in loro uno stato di ansia e di paura.

Battaglia Terme: si finge interessato a un acquisto e truffa un 65enne di Due Carrare

Lo scorso 14 luglio a Battaglia Terme, i militari della locale stazione dei carabinieri, a conclusione di un’attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà per il reato di truffa, un ragazzo domiciliato a Venezia, promoter, gravato da pregiudizi. Il giovane, infatti, fingendosi interessato all’acquisto di un frigorifero messo in vendita su un sito di acquisti online da un 65enne, residente a Due Carrare, con artifizi e raggiri, era riuscito a farsi accreditare su propria Postepay la somma complessiva di 2.993 euro dalla vittima.

Conselve: arrestato un uomo per evasione e furto

Lo scorso 14 luglio, a Conselve, presso una cooperativa locale, i militari della stazione dei carabinieri hanno tratto in arresto un uomo, nato in Marocco e gravato da pregiudizi. I militari, infatti, al termine di un’attività investigativa, avevano raccolto fondati elementi di colpevolezza a carico dell’uomo per evasione e furto. Il reo, infatti, già sottoposto alla detenzione domiciliare, nel tardo pomeriggio del 13 luglio, si era allontanato dal luogo detentivo per recarsi al bar vicino, dove aveva rubato la bicicletta di proprietà della barista. La bicicletta, rintracciata presso la cooperativa menzionata, è stata dunque restituita alla legittima proprietaria. Per questo motivo, l’ufficio di sorveglianza di Padova ha emesso un provvedimento urgente di sospensione della detenzione domiciliare e ripristino della custodia in carcere. L’uomo dunque, arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato alla casa di reclusione di Padova, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Le più lette