giovedì, 18 Aprile 2024
HomeVicentinoVicenzaIl prosciutto veneto segna meno 35% di vendite: da Vicenza parte la...

Il prosciutto veneto segna meno 35% di vendite: da Vicenza parte la riscossa

Tempo di lettura: 2 minuti circa

In piazza san Lorenzo e corso Fogazzaro banchi d’assaggio con i 10 produttori del consorzio

Il prosciutto veneto berico-euganeo cerca di ripartire dopo il ciclone covid

Il prosciutto veneto è in crisi e cerca una ripartenza tutta sua. Fino a domenica si svolge a Vicenza, dalle 18 alle 24, in piazza San Lorenzo e corso Fogazzaro l’iniziativa “Prosciutto veneto in tour”, che oltre ai luoghi vicentini tocca altre piazze della regione. Il prosciutto veneto cerca nuove… fette: “Le chiusure dei settori turistici e della ristorazione hanno generato perdite pari al 35% del fatturato dei produttori – commenta Attilio Fontana, presidente del consorzio – Le riaperture stanno registrando dati incoraggianti, ma è presto per cantare vittoria”.

Il presidente del consorzio fa inoltre notare come all’emergenza sanitaria sia conseguito un catastrofico crollo dei prezzi dell’affettato: “Lo stock in magazzino dovuto alla pandemia deve essere smaltito per far spazio alle produzioni più recenti. Per fare spazio ci si è ridotti a svendere un prodotto di alta qualità che però ha elevati costi in termini di materia prima. I maiali sono pochi e il loro prezzo è salito”.

L’iniziativa è stata presentata dall’assessore Silvio Giovine, dal presidente della zona del centro della Confcommercio, Nicola Piccolo e da Fontana, presidente del consorzio che raduno dieci produttori della “bassa” veronese, vicentina e padovana. Sono le aziende: Attilio Fontana (Montagnana), Danilo Desiderio (Montagnana), King’s (Sossano), Boselli (Roveredo di Guà), Crosare (Crosare di Pressana), Ducale (Barbarano Mossano), San Marco (Meledo di Sarego), Vittorio Soranzo (Montagnana), Brianza (Montagnana) e Fontana (Este). Il consorzio, che ha come marchio il leone alato di san Marco, ha sede a Montagnana ed è presieduto da Attilio Fontana.

L’inaugurazione della manifestazione vicentina dedicata al prosciutto

Al debutto dell’iniziativa erano presenti anche Flavio Convento e Annamaria Cordova a nome della Confesercenti.

“L’idea di fondo è quella di creare un nuovo luogo di aggregazione – spiega Nicola Piccolo – I vicentini hanno voglia di uscire e piazza san Lorenzo e corso Fogazzaro sono tra i luoghi più frequentati oltre che suggestivi”. “Vogliamo lanciare un messaggio positivo ai commercianti e ai residenti” commenta infine Giovine, sottolineando la necessità di fornire quante più possibilità di ripresa a tutti gli esercizi fiaccati dal covid e di restituire al centro storico di Vicenza il calore degli abitanti.

In corso Fogazzaro saranno disposti gli stand dei prosciuttifici del consorzio ai quali ci si potrà rivolgere per le degustazioni del prosciutto, dei formaggi dei fratelli Brazzale, i vini della cantina Dal Maso. In piazza san Lorenzo, invece, sarà allestita con i tavoli l’area per le degustazioni. Il programma inoltre prevede per sabato 3 luglio, l’esibizione del duo acustico Blend, che accompagnerà le degustazioni dalle 19 alle 22.

Roberto Meneghini