Logo testata di vicenza

HomeVicenzaLa GdF sequestra oltre un milione di euro ad una Srl bassanese...

La GdF sequestra oltre un milione di euro ad una Srl bassanese per l’evasione dell’IVA

La Guardia di Finanza ha sequestrato il profitto conseguito in modo illecito da una SRL della zona di Bassano del Grappa che non ha versato l’IVA per 1 milione e 161mila euro

Guardia di Fiananza di Bassano del Grappa

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza di Vicenza ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Vicenza per l’importo di 1.161.052 euro, pari all’I.V.A. non versata negli anni dal 2017 al 2019, in capo ad una società di capitali bassanese operante nel commercio all’ingrosso di carta, cartone e cancelleria.

Le indagini sono state avviate sulla base di gravi indizi di violazione alle norme tributarie emersi mediante l’analisi dei cosiddetti alert di rischio derivanti dalle interrogazioni alle banche dati in uso al Corpo, che evidenziavano forti anomalie sul corretto versamento dell’imposta sul valore aggiunto da parte di società bassanesi. Un lavoro finalizzato a contrastare il fenomeno di evasione fiscale, a partire da contesti imprenditoriali di maggiore rischio economico-finanziario.

GDF Bassano del Grappa

I successivi accertamenti hanno permesso di rilevare che B.P., 62 anni residente a Romano d’Ezzelino (Vicenza), legale rappresentante di una S.r.l., ha presentato le dichiarazioni I.V.A., relative ai periodi d’imposta 2017, 2018 e 2019, ma ha omesso il versamento dell’imposta sul valore aggiunto dichiarata, per complessivi € 1.161.052,58 e, pertanto, lo stesso è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Vicenza per la condotta penale e tributaria.

La ricostruzione investigativa effettuata dai finanzieri bassanesi, è stata valutata pienamente attendibile dal Giudice per le Indagini Preliminari che ha emesso un decreto di sequestro preventivo per l’importo sopra indicato pari all’I.V.A. non versata, che è stato eseguito con l’apprensione di disponibilità finanziarie detenute dalla società, del legale rappresentante autore del reato e delle società da quest’ultimo controllate.

L’attività di polizia giudiziaria complessivamente eseguita ha trovato accoglimento a seguito del ricorso presentato dall’indagato presso il Tribunale del Riesame, il quale ha confermato l’impianto accusatorio ricostruito con le indagini di polizia giudiziaria espletate dalle Fiamme Gialle.

GDF di Bassano del Grappa
Le Fiamme gialle di Bassano del Grappa in attività

  

Le più lette