martedì, 16 Aprile 2024
HomePadovanoPadova NordLimena, Condorelli cittadino onorario per la sua lotta alla mafia

Limena, Condorelli cittadino onorario per la sua lotta alla mafia

Tempo di lettura: 2 minuti circa

E’ stata conferita all’unanimità in Consiglio Comunale a Limena la cittadinanza onoraria all’imprenditore Giuseppe Condorelli per la sua lotta contro la mafia.

Limena

Il 2 ottobre del 2017 Giuseppe Condorelli inoltre ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’Onorificenza di Cavaliere del Lavoro. Dal 2003 l’imprenditore gestisce  l’azienda di prodotti dolciari,  famosa  per i noti  torroncini, a Catania in Sicilia, ribellandosi alla mafia che voleva fargli pagare il pizzo e con la sua denuncia ha fatto arrestate 40 persone. La prima volta che le organizzazioni criminali si sono rivolte alla famiglia Condorelli per chiedere il pizzo era il 1998.

Barichello: “Un eroe”

“Un eroe italiano che ha denunciato la mafia– sottolinea l’assessore alla Sicurezza Jody Barichello –. Giuseppe Condorelli, un esempio di cui parlare ai nostri figli, un uomo che non si è piegato ai soprusi dei criminali e ne ha fatti arrestare più di 40, non diventando complice della malavita. Il Consiglio Comunale di Limena ha votato favorevole all’unanimità la mia proposta di conferire la Cittadinanza Onoraria al Cavalier Giuseppe Condorelli per aver denunciato la mafia. Un esempio per tutti, chi non denuncia chi commette un delitto è come se ne fosse complice”.

Il commento di Condorelli

Il Cavalier Giuseppe Condorelli ringrazia per la vicinanza e per la solidarietà manifestata a seguito della triste vicenda che l’ha visto vittima di un tentativo estorsivo prontamente denunciato alle Forze dell’Ordine nel 2019 ed è grato per il Riconoscimento di Cittadinanza Onoraria ricevuto dall’Amministrazione Comunale di Limena. “Da cittadino nonché imprenditore siciliano, – scrive il Cavalier Condorelli ho sempre creduto fortemente nell’etica e nella legalità quali valori imprescindibili nell’esercizio della libertà d’impresa. Sono felice che il mio messaggio “Denunciare conviene” abbia scosso la coscienza civica e auspico che l’azione da me intrapresa, possa sensibilizzare ulteriormente la lotta nei confronti della mafia e di ogni attività criminale”. (f.x.)