Logo testata di vicenza

HomeRodiginoMardimago, Aretusini: "Pericolo Tir ad alta velocità nella frazione"

Mardimago, Aretusini: “Pericolo Tir ad alta velocità nella frazione”

Traffico pesante nella frazione di Mardimago (Rovigo). Aretusini (Lega) presenta un’interrogazione in consiglio comunale per il problema dei tir che frecciano ad alta velocità

“Una spesa da 72.848,12 euro per non risolvere un problema che viene segnalato da anni e ha una priorità altissima: è una gestione incredibile, quella che l’amministrazione comunale di Rovigo sta attuando per una situazione davvero emergenziale, che mette a rischio i residenti della frazione di Mardimago. Per questo, ho presenato una interrogazione in consiglio comunale”. Lo annuncia il consigliere comunale e capogruppo della Lega Michele Aretusini. (continua a leggere dopo la gallery)

Mardimago, un problema che continua da anni

“Da anni – prosegue Aretusinii residenti segnalano il pericolo costituito dai mezzi pesanti che attraversano via dei Mille, che divide a metà la frazione, a una velocità assolutamente non rispettosa del limite prescritto: ci sono stati incidenti, investimenti di pedoni e bambini evitati per un soffio. Una angoscia continua, ma anche danni strutturali alle abitazioni e vibrazioni costanti: il prodotto dell’alta velocità dei tir, del loro peso e delle condizioni disastrate degli asfalti. C’è, quindi, più di un problema e, soprattutto, c’è una grande urgenza”.

La soluzione proposta dal Comune di Rovigo

“Urgenza alla quale il Comune ha, evidentemente, pensato di rispondere annunciando l’installazione di ‘varchi’ che non controlleranno la velocità dei mezzi, a quanto si apprende, limitandosi a monitorare la regolarità dell’assicurazione e della revisione dei veicoli in transito. Mi domando che senso abbia e, soprattutto, in quale maniera dovrebbe risolvere le difficoltà, protratte e costanti, lamentate dalla cittadinanza. Serve controllo della velocità, serve la presenza sul posto, assidua, del nostro efficiente corpo di polizia locale, che ben potrebbe aiutare, e molto”.

L’incontro tra Aretusini e Bernardinello (comitato “Vivi Mardimago”)

“Per toccare con mano e approfondire questa emergenza – prosegue il rappresentante della Lega in consiglio comunale a Rovigo – ho incontrato Giuliano Bernardinello, esponente del comitato ‘Vivi Mardimago’, che conta circa 200 iscritti, a testimonianza di quanto sentito sia il problema, in questa frazione nella quale ormai nessuno gira più in bici, visto il traffico pesante e la velocità dei camion, e dove nessuno lascia uscire a cuor leggero i ragazzini. C’è chi sta vendendo casa e se ne va, mentre nessuno arriva: queste sono le premesse per fare morire la frazione, il tutto per non affrontare una questione che sarebbe risolvibile, se solo si volesse”.

Gli altri problemi della frazione

“Ci sono, poi, altri problemi, in paese – prosegue Aretusiniche il signor Bernardinello è stato così cortese da illustrarmi, sperando che, finalmente, il Comune possa intervenire: come detto, l’asfalto, in vari punti, è da sistemare; all’incrocio tra via Dei Mille e via Aspromonte da tempo si attende una pensilina alla fermata del bus, mentre in via Mentana il ponte sullo scolo è pericoloso, avendo i guard rail a una altezza non a norma, che costituisce un pericolo, soprattutto per i bimbi. Basterebbe un po’ di buona volontà, basterebbe un minimo di attenzione per le frazioni. Peccato che ne abbiamo sentito parlare solo in campagna elettorale”.

Aretusini: “Non capisco che senso abbia spendere più di 70mila euro per un monitoraggio di revisioni e assicurazioni”

“Chiudo tornando sulla questione velocità e varchi: non capisco che senso abbia spendere più di 70mila euro per un monitoraggio di revisioni e assicurazioni. Per carità, ben vengano tutti i controlli del mondo, se servono a tutelare la legalità. Ma quello che chiede la frazione è sicurezza quando si attraversa la strada, di fermare i tir che corrono nel centro abitato, di mettere in sicurezza pedoni, anziani e bambini. Per farlo servono controlli e strumenti dedicati. Si agisca”.

Le più lette