Logo testata di vicenza

Home Breaking News Olimpiadi di Tokyo: Paola Egonu porterà la bandiera alla cerimonia di apertura

Olimpiadi di Tokyo: Paola Egonu porterà la bandiera alla cerimonia di apertura

Paola Egonu sfilerà alla cerimonia di apertura a Tokyo con la bandiera olimpica: “E’ un onore”

Paola Egonu (Fonte: sito Imoco Volley)
Paola Egonu (Fonte: sito Imoco Volley)

“Sono molto onorata per l’incarico che mi è stato dato per portare la bandiera olimpica”. Sono state queste le prime parole commosse di Paola Egonu, pallavolista azzurra che sfilerà con la bandiera olimpica nella cerimonia di apertura di Tokyo2020.

Egonu, giocatrice della Imoco Volley, su indicazione del Coni, è stata infatti scelta, assieme ad alcuni atleti di altri Paesi, come portabandiera del vessillo a Cinque Cerchi nell’inaugurazione dei Giochi giapponesi, in programma allo Stadio Olimpico di Tokyo il prossimo venerdì 23 luglio.

Una volta presa questa decisione, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, appena atterrato a Tokyo ha subito chiamato la pallavolista 22enne per informarla. “Mi ha sono emozionata appena il presidente Malagò me l’ha detto, – ha affermato Paola Egonu – perchè mi ritrovo a rappresentare gli atleti di tutto il mondo ed è una grossa responsabilità: attraverso me esprimerò e sfilerò per ogni atleta di questo pianeta”.

Egonu rappresentate degli atleti del mondo alle olimpiadi di Tokyo: le parole di Zaia

“Non c’è figura migliore di Paola Egonu, come donna e come atleta, per portare alla cerimonia di apertura di Tokio 2020 la bandiera a cinque cerchi, un grande simbolo mondiale di fratellanza e lealtà, aldilà dello sport”. Così ha commentato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, la notizia dell’incarico importante affidato alla pallavolista azzurra di Conegliano.

“Paola – ha poi aggiunto Luca Zaia – è il simbolo di quanto di meglio lo sport e la società contemporanea possano presentare oggi: donna coraggiosa dentro e fuori il campo, esempio di perfetta integrazione, probabilmente, anche la migliore pallavolista che abbia mai calcato un parquet. Quella di Tokio sarà la sua schiacciata più bella”.

Le più lette