Logo testata di vicenza

Home Breaking News Padova, 8 anni per avere l'alta velocità

Padova, 8 anni per avere l’alta velocità

L’alta velocità arriverà a Padova per la fine del 2028, secondo quanto emerso oggi da un incontro ufficiale a Palazzo Moroni

Attorno al tavolo, questa mattina, si sono deduti Elisa De Berti, vicepresidente Giunta Regionale del Veneto, Sergio Giordani, sindaco di Padova, Vincenzo Macello, commissario straordinario per la AV/AC BS-VR-PD.
Il progetto, che costerà 9 miliardi di euro, prevede tra le altre cose una valorizzazione dell’Arcella con un accesso in stazione dedicato. (continua a leggere dopo la gallery)

Alta velocità Padova, Giordani: “Opera prioriaria, imboccato i binario giusto”

“L’opera è considerata una priorità da Rete Ferroviaria Italiana che vuole accelerare i tempi – fa sapere il sindaco di Padova Sergio Giordani -.  La maggior parte dei finanziamenti è già disponibile e in autunno inizierà la progettazione definitiva del tratto Vicenza-Padova. Avremo finalmente la nuova linea per la fine del 2028, con una nuova stazione, una sistemazione complessiva dell’area anche lato Arcella e un nuovo cavalcavia al posto dell’attuale Borgomagno. Ho apprezzato molto la chiarezza e la concretezza del commissario: abbiamo imboccato il binario giusto”.

Alta velocità Padova, De Berti: “Necessaria pianificazione dei lavori per limitare i disagi”

“Planimetrie alla mano, abbiamo condiviso il tracciato dell’Alta Velocità che arriverà a Padova fra il 2028 e 2029 – fa sapere dal canto suo la vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti -. L’infrastruttura si inserisce in una realtà complessa che prevede anche la realizzazione della nuova viabilità legata al nuovo ospedale di Padova Est. Fondamentale è quindi la sincronizzazione dei lavori e la pianificazione integrata dei cantieri, che permetta di ridurre al minimo i disagi sul territorio”.

 

Le più lette