Notizie
HomePadovanoPadovaPadova, il progetto di piazza De Gasperi al secondo posto al Premio...

Padova, il progetto di piazza De Gasperi al secondo posto al Premio “City’scape”

Padova. Il progetto di Piazza De Gasperi è arrivato secondo al concorso internazionale di architettura e paesaggio “City’scape”

Un’immagine del progetto di sistemazione di Campo Marzo: il primo obiettivo è trasformare piazzale De Gasperi da snodo viabilistico in un’autentica piazza

Nei giorni scorsi si è svolto il Simposio Internazionale “City’Scaspe: City_Brand&Tourism Landscape” organizzato da Paysage – Promozione e Sviluppo per l’Architettura del Paesaggio e dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, e la Giuria ha premiato, con una cerimonia online, i vincitori del Premio “City’scape: City-Brand&Tourism Landscape Award 2021”.

Il progetto “PIAZZA DE GASPERI, PADOVA”

Al secondo posto il progetto “PIAZZA DE GASPERI, PADOVA”, presentato da Alberto Marescotti, con il gruppo di progettazione costituito da Daniele Pettenello e Alessandra Agosti.

Alberto Marescotti, a proposito del progetto, spiega: “In piazza De Gasperi, quello che ci interessava far capire inizialmente era che il parcheggio poteva diventare qualcos’altro: uno spazio per mercati temporanei, un teatro all’aperto estivo, un’area da gioco, uno spazio espositivo. Ma, se il disegno del campo di pallacanestro è sempre stato chiaro fin nell’idea iniziale, non è mai stato dichiarato a nessuno fino al momento di colorare gli stalli, cioè quando ho avuto la percezione che forse avrebbe funzionato. Il tabellone aveva solo il foro della predisposizione a terra, ma sarebbe stato comunque utile come punto luce. Le sedute che abbiamo disegnato sono singole per evitare il bivacco, ma sono vicine per chi è in compagnia, colorate, girevoli e utilizzabili in maniera diversa, per cui ci si può giocare. Sono posizionate appena fuori degli stalli del parcheggio e così svolgono, all’ombra degli alberi, la funzione di dissuasori di transito delle aree strettamente pedonali, senza dover aggiungere altri paletti o transenne, così come le rastrelliere, posizionate a delimitare gli spazi”.

Padova, piazza De Gasperi: 27 nuovi alberi

“Sono stati piantati 27 alberi dove non esisteva un albero – aggiunge –: koelreuterie, peri, parrotie, querce e tigli. Oltre agli aspetti ambientali, l’idea era quella di delimitare in maniera chiara gli spazi, ma giocare anche in questo caso con i colori – stagionali – facendo diventare la piazza una sorta di piccolo orto botanico colorato (fioriture dei peri, profumi dei tigli, colori autunnali delle foglie)”.

Marescotti: “L’aspetto più interessante credo sia stato un upgrade di positiva consapevolezza collettiva”

Il successo dell’intervento non ce lo aspettavavamo ma è ciò che mi auguravo, anche perché fin dalla laurea e da quasi trent’anni ho studiato e tentato in più occasioni di far capire le straordinarie potenzialità sociali, funzionali ed estetiche degli spazi pubblici, siano essi spazi prettamente stradali o piazze. L’aspetto più interessante credo sia stato un upgrade di positiva consapevolezza collettiva. Un anno fa i residenti chiedevano le solite cose: vigilanza, telecamere, transenne sotto i portici per evitare il transito dei ciclisti, segnaletica di divieto di bere e di bivaccare, che peraltro una parte di loro chiede ancora. Ma oggi è come se avessero alzato insieme lo sguardo e la linea dell’orizzonte: la domanda prevalente è di lasciare lo spazio pedonale e non riaprire il parcheggio, utilizzato in modo assolutamente spontaneo e continuativo da bambini, ragazzi, adulti e anziani” conclude.

Micalizzi: “Un riconoscimento prestigioso”

“Un riconoscimento prestigioso che mette in luce il grande lavoro e la passione e concretezza che stiamo mettendo nel ridisegnare i nostri spazi in chiave moderna, più belli e più fruibili.  Piazza De Gasperi è un segno della città che cambia in meglio e trasforma spazi non utilizzati e talvolta degradati e mal frequentati in luoghi piacevoli dove le persone stanno volentieri, dove riaprono le attività economiche e riparte una nuova socialità” afferma Andrea Micalizzi, vicesindaco di Padova.

“Ci fa onore inoltre essere arrivati secondi con un progetto dai costi contenuti rispetto alle altre proposte in gara e che è stato progettato dai nostri uffici comunali, dall’arch. Alberto Marescotti, a differenza degli altri progetti in gara affidati a grandi studi di progettazione esterna. Padova offre una grande testimonianza in termini di ridisegno della città: è possibile realizzare spazi di qualità attraverso buone idee, dialogo con i cittadini e valorizzando le proprie risorse” aggiunge.

“Questo premio è uno stimolo a proseguire in questa direzione come stiamo facendo anche per altri luoghi nei quartieri della nostra città: la qualità dello spazio urbano e la qualità delle relazioni disegnano la bellezza della nostra città conclude il vicesindaco.

City’scape: la giuria

La giuria che ha premiato, fra i vari progetti, quello di piazza De Gasperi era composta da:

  • Alessandro Marata, per il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
  • Andrea Cassone, rappresentate Ordine degli Architetti PPC di Milano
  • Renato Ferretti, Delegato CONAF
  • Antonio E. A. Longo, Professore Associato (Dipartimento di Architettura e Studi Urbani), Politecnico di Milano
  • Franco Panzini, Presidente Associazione Pietro Porcinai
  • Raffaella Colombo, Docente Politecnico di Milano
  • Alessandro Gabbianelli, Professore Associato (Dipartimento di Architettura), Università Roma Tre
  • Annalisa Metta, Professore associato (Dipartimento di Architettura), Università Roma Tre
  • Bianca Maria Rinaldi, Professore Associato (Dipartimento interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio), Politecnico di Torino
  • Annacaterina Piras, coordinatore sez. Paesaggio del Padiglione Italia – Biennale di Venezia
  • Margherita Brianza, Architetto Paesaggista
  • Direttore TOPSCAPE e Presidente PAYSAGE Novella B. Cappelletti.

Piazza De Gasperi: la festa con i residenti

Prevista invece per mercoledì 14 luglio dalle 19:30 alle 22, a conclusione dei lavori, la festa con i residenti. L’evento si terrà in piazza Alcide De Gasperi e via Trieste.

Le notizie più lette di Padova