Notizie
HomeAppuntamentiRiviera del Brenta e Miranese, si accendono i riflettori su "Jazz Area...

Riviera del Brenta e Miranese, si accendono i riflettori su “Jazz Area Metropolitana”

Un’estate a suon di jazz per il territorio della Riviera del Brenta e del Miranese. Il grande ritorno dell’appuntamento musicale “Jazz Area Metropolitana” dal 30 luglio al 7 agosto

La ripartenza del territorio può iniziare dalla cultura e dal sociale. Questo il messaggio che vuole lanciare la quinta edizione di “Jazz Area Metropolitana”, la rassegna che porterà il jazz in cinque diversi comuni della Riviera del Brenta e del Miranese (Dolo, Noale, Salzano, Santa Maria di Sala e Stra). (continua a leggere dopo la gallery)

Bellomo: “Jazz Area Metropolitana è un segnale di ritorno alla vita piena”

“È stato un anno complesso. Nel nostro piccolo abbiamo visto come i giovani abbiano perso molte occasioni di socialità, ma ora c’è una grande voglia di ripartenza, socialità e occasioni all’aperto. La rassegna rappresenta un forte segnale di ritorno alla vita piena ed è significativo che questa ripartenza parta proprio dalla cultura” sottolinea l’assessore alla Cultura del Comune di Dolo, Matteo Bellomo.

L’appuntamento che unisce jazz e sociale

L’appuntamento andrà in scena per due weekend, dal 30 luglio al 1° agosto e poi dal 6 al 7 agosto, e il filo conduttore dell’edizione sarà il tema sociale, da cui deriva la scelta del nome “Suoni sociali”. La cultura è infatti di per sé legata alla sfera del sociale, ma questo è ancora più evidente nel caso del jazz, che ha la straordinaria capacità di leggere la realtà.

A questo proposito, Raffaele Bertoldo, presidente della Fondazione Riviera Miranese, evidenzia che “la sterzata nel sociale, voluta da uno dei principali finanziatori della fondazione, è stata declinata perfettamente dai partner storici, che hanno confermato il loro radicamento nella comunità. ‘Jazz Area Metropolitana’ è molto più di una mera rassegna di eventi”.

Eventi per bambini e non solo

A entrare nel vivo della programmazione invece è Nicola Fazzini, co-fondatore di nusica.org, che spiega: “Abbiamo pensato di coinvolgere i Comuni e di individuare le urgenze dei territori. Per questo, abbiamo dato vita a cinque eventi a latere dei concerti”. Così, “Jazz Area Metropolitana” dedicherà tre appuntamenti e due laboratori pomeridiani gratuiti ai bambini, a Stra e Dolo, oltre a dare spazio a incontri dedicati alla formazione nell’ambito dell’organizzazione di eventi culturali, in collaborazione con l’associazione LABS.

I concerti nel territorio della Riviera del Brenta e del Miranese

Per quanto riguarda i concerti, ad aprire la rassegna, a Salzano, sarà l’ensemble di Valentina Fin con “Rame”. Seguirà poi il 31 luglio la dedica musicale a Pier Paolo Pasolini di Glauco Venier e Alba Nacinovich, con “Suite per Pier Paolo”. Per la serata del 1° agosto, invece, grande attesa per Ikarus, un originalissimo quintetto svizzero. Venerdì 6 agosto, a Noale, sarà la volta di Luca Dal Pozzo con il suo quintetto. Infine, la rassegna si chiuderà a Santa Maria di Sala, sabato 7 agosto, con il progetto “Red Ice” del compositore e pianista Leszek Kulakowski, insieme con il sax soprano Miciej Sikala.

“Jazz Area Metropolitana”: le novità

Tra le novità di quest’anno ci sono l’omaggio agli operatori sanitari dell’Ulss 3, che potranno godere di posti gratuiti ad ogni concerto, e l’introduzione dell’ingresso a pagamento, seppur al prezzo simbolico di 2 euro, acquistabile sul sito oooh.events oppure la sera stessa dell’evento.

Anna Serena

Le più lette