Logo testata di vicenza

HomeRodiginoDeltaRosolina Mare, "Parole d'Autore": domani è il turno di Dario Vergassola

Rosolina Mare, “Parole d’Autore”: domani è il turno di Dario Vergassola

Tra ironia ed ecologia, il comico e cantautore Dario Vergassola domani a Rosolina Mare per “Parole d’Autore”. Appuntamento alle ore 21:30 al Centro Congressi 

Rosolina Mare, “Parole d’Autore”. La locandina dell’evento con Dario Vergassola

Protagonista del terzo appuntamento della rassegna letteraria “Parole d’autore” sarà Dario Vergassola. Il comico e cantautore presenterà Storie vere di un mondo immaginario (Baldini+Castoldi). Cinque racconti, per grandi e meno grandi, che attraverso le vicende ironiche e curiose degli animali che le abitano ci offrono un disincantato e tenero viaggio nel tempo e nella Liguria.

Dario Vergassola

Spezzino d’eccezione, Dario Vergassola ad un certo punto della sua lunga carriera nel cabaret e in televisione ha affiancato la scrittura, con opere comiche ma anche con il racconto del microcosmo della provincia ligure ne La ballata delle acciughe. In questa nuova raccolta di racconti – Storie vere di un mondo immaginario – splendidamente illustrati dal giovane Mattia Simeoni, fidanzato della figlia, libera la sua vena più creativa, unendo all’inventiva e all’ironia, che siamo abituati ad apprezzare in lui, una vocazione narrativa di grande intensità e leggerezza. Un viaggio nel tempo e nella Liguria, dove le cinque storie narrate sono di delicata ironia, di struggente tenerezza, comiche e malinconiche al tempo stesso, pungenti di satira sociale, disincantate e lucide. A essere protagonisti sono proprio loro, i dimenticati animali e le leggendarie creature del mare: pesci, totani, sirene, acciughe e polpi mettono qui in scena le loro storie d’amore impossibili, le loro tirate ecologiste, la malinconia di essere esclusi, il desiderio di scoprire il mondo lanciandosi in mille spericolate avventure.

Le dichiarazioni di Vergassola

Dario Vergassola in un’intervista ha detto: «Poi ci sono i bambini: chiusi dentro insieme a noi, privati – anche prima del coronavirus – di un contatto intimo con la natura. A scuola ci dovrebbe essere un’ora dedicata a insegnare ai bambini come si sale sugli alberi. Allora, partendo dai miei nipoti, ho pensato agli animali delle Cinque Terre, di questo piccolo angolo, e a come comunicare la necessità di ripristinare un rapporto fisico con la natura, con il bosco, il ruscello, il mare e le creature che li popolano. L’uomo crea il peggio e poi ci sia adatta. Anche i bambini si stanno adattando a questa routine, volevo invitare tutti, grandi e piccoli, a spostare di nuovo lo sguardo, a prendere ossigeno.»

La biografia

Dario Vergassola nasce a La Spezia nel 1957. Ha partecipato a numerosi programmi televisivi e pièce teatrali. Si avvicina al mondo dello spettacolo da giovane, partecipando nel 1988 a Professione comico, manifestazione diretta da Giorgio Gaber. Nel 1992, poi, vince il Festival di Sanscemo. In seguito, ha partecipato al Maurizio Costanzo Show, dove è stato una presenza quasi fissa per il programma. Nel 2005 e nel 2006 l’abbiamo visto al fianco della conduttrice Serena Dandini nella trasmissione Parla con me: dopo le domande “serie” rivolte ai suoi ospiti dalla Dandini, Vergassola poneva le sue domande comiche inerenti la sfera privata e sessuale del malcapitato ospite. Non solo TV, ma anche musica, cinema e libri. Dario Vergassola è stato protagonista del lungometraggio L’anima di Enrico e ha recitato in Nuda proprietà vendesi di Enrico Oldoini, Affetti smarriti di Luca Manfredi e Il mattino ha l’oro in bocca di Francesco Patierno. Del 2014 è il suo primo romanzo La ballata delle acciughe (Mondadori Electa). Nel 2020, per La nave di Teseo, ha pubblicato con Moni Ovadia Se vuoi dirmi qualcosa taci. Dialogo tra un ebreo e un ligure sull’umorismo.

Rosolina Mare, la rassegna “Parole d’Autore”

La rassegna Parole d’Autore proseguirà con la presentazione di Angeli e carnefici. Isadora Duncan e Marie Becker, Hannah Arendt e Ilse Koch, storie di donne dai destini opposti (Rizzoli) di Cinzia Tani, con Felici contro il mondo (Garzanti) di Enrico Galiano ed infine con il romanzo finalista al Premio Campiello 2021 Se l’acqua ride (Einaudi) di Paolo Malaguti.

Le più lette