Logo testata di vicenza

HomeTrevigianoTreviso, progetto Pari Bike

Treviso, progetto Pari Bike

Questa mattina a Treviso è stato presentato il progetto sperimentale per favorire la socializzazione degli anziani delle case di riposo dopo il brutto periodo pandemico: “PariBike, Libertà senza età”.

Un progetto che vuole anche promuovere lo scambio intergenerazionale e anche per questo unico nel suo genere a livello nazionale.

Dopo la presentazione da parte del Comune di Treviso, Israa ed Euroedile, è stato mostrato per la prima volta alla città il PariBike con un tour dimostrativo.

Ecco le parole del sindaco Mario Conte, presente all’evento

Questa mattina abbiamo presentato in Piazza dei Signori il progetto sperimentale Pari Bike – Libertà senza età, che vedrà protagonisti alcuni giovani e gli anziani ospiti delle residenze Israa.
Un’iniziativa nata da un’idea di Nereo Parisotto, titolare di Ponteggi Euroedile srl (che ha donato la cargo bike a pedalata assistita alla collettività) per promuovere la mobilità sostenibile e ritrovare la socialità dopo le difficoltà della pandemia. Come Amministrazione abbiamo voluto sostenere e promuovere “Libertà senza età”, sviluppando una bella collaborazione con Parisotto ed Israa .
Saranno giovani volontari a condurre le Pari Bike su percorsi definiti dal nostro Settore Mobilità creando così un collegamento intergenerazionale basato sul dialogo e la condivisione. Gli anziani potranno così spostarsi per fare compere al mercato, raggiungere un negozio o semplicemente per fare un giro della Città in compagnia.
Questa è la bici dei nonni, che permette di vivere Treviso all’aria aperta. Abbiamo vissuto fin troppo la solitudine e purtroppo c’è chi, nel silenzio e nella distanza, ha sofferto più di altri. Ora, anche grazie a queste iniziative, c’è la possibilità di tornare a sorridere e socializzare.
Per questo ringrazio il signor Parisotto per la sensibilità, l’assessore alle Politiche sociali Gloria Tessarolo, il presidente e il direttore di Israa Mauro Michielon e Giorgio Pavan che hanno creduto insieme a noi in questo bellissimo progetto. Oggi ho voluto dare il via con la prima pedalata

Le più lette