Notizie
HomeBreaking NewsUrbs picta, Padova è patrimonio Unesco

Urbs picta, Padova è patrimonio Unesco

Padova Urbs Picta proclamata Patrimonio Mondiale Unesco.

La notizia arriva dalla 44esima sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale che si sta svolgendo a Fuzhou, in Cina, con la partecipazione da remoto di delegazioni da 192 Paesi e una copertura globale in streaming dell’evento. (continua a leggere dopo i video e la fotogallery)

LA PROCLAMAZIONE E L’ESULTANZA

Padova patrimonio Unesco, la gioia del sindaco Giordani

“L’emozione che provo è indescrivibile, la città unita vince!” il commento del sindaco Sergio Giordani, che aggiunge: “Padova Urbs picta e i suoi affreschi del Trecento sono ufficialmente inseriti nella lista dei siti Unesco, sono patrimonio mondiale dell’umanità! Viene così riconosciuto l’eccezionale valore artistico e storico universale di Padova Urbs picta, con un insieme di capolavori realizzati tra il 1305 e il 1397 che hanno rivoluzionato la storia dell’arte, partendo da Giotto fino a Jacopo da Verona e passando per Guariento, Giusto de Menabuoi, Altichieri da Zevio e Jacopo Avanzi, negli otto diversi siti che hanno animato la candidatura italiana per il 2020 di Padova”.

“Per l’Unesco – continua Giordani – il ciclo di affreschi del Trecento della nostra città “illustra un modo completamente nuovo di rappresentare la narrazione in pittura, con nuove prospettive spaziali influenzate dai progressi della scienza dell’ottica e una nuova capacità di rappresentare le figure umane, in tutte le loro caratteristiche, compresi i sentimenti e le emozioni. Queste innovazioni segnano una nuova era nella storia dell’arte, producendo un irreversibile cambio di direzione. Padova meravigliosa!”.

Padova Urbs Picta, Zaia: “Bella giornata per Padova e tutto il Veneto”

“E’ una bella giornata, che entra nella storia dell’arte, della cultura, della storia di Padova e di tutto il Veneto, terra di rara intensità, dove si coniugano, fianco a fianco, straordinarie bellezze naturali, mare, monti, terme, laghi, parchi, aree di pregio, e meraviglie dell’arte e dell’architettura. Padova Urbs Picta è una di queste e mai come in questo caso il riconoscimento Unesco è ben riposto”.

Il Veneto annovera ora 9 siti nella World Heritage List UNESCO, numero che lo pone in seconda posizione tra le regioni a livello nazionale. Prima di quello reso noto oggi, infatti, erano già stati inseriti: le Dolomiti, l’Orto Botanico di Padova, Venezia e la sua laguna, la città di Verona, Vicenza e le ville del Palladio, i siti palafitticoli dell’Arco Alpino, le Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, le opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo.

“Su cinquantacinque siti presenti complessivamente in Italia – ricorda Zaia – il numero di quelli veneti è sorprendente, segno anche di un’attenzione istituzionale che sostiene quanto esprime di meglio il territorio. Come Regione abbiamo appoggiato questa candidatura anche con uno specifico provvedimento dell’aprile 2018; ora che il risultato è raggiunto, continueremo ad essere della partita sostenendo in tutte le sedi e promuovendo il riconoscimento raggiunto”.

“Si badi bene – conclude Zaia – che il riconoscimento Unesco è tutt’altro che facile, e arriva alla fine di un lungo e duro esame sui requisiti. Averne nove nel nostro Veneto significa moltissimo. Significa che siamo tra le Regioni più affascinanti del mondo”.

La dichiarazione dell’assessore alla cultura Andrea Colasio

 

 

Le notizie più lette di Padova