Logo testata di vicenza

HomeVicenzaVicenza, concerto gratuito dell'orchestra dei ragazzi di Scampia a S. Croce Bigolina

Vicenza, concerto gratuito dell’orchestra dei ragazzi di Scampia a S. Croce Bigolina

L’iniziativa realizzata grazie al gemellaggio voluto da padre Sergio Sala

scampia
L’orchestra dei ragazzi di Scampia durante le prove

Giovedì 22 luglio 2021, alle 20, i ragazzi di Scampia dell’orchestra infantile e giovanile “Musica Libera Tutti” suoneranno per la città di Vicenza nel piazzale della chiesa di Santa Croce Bigolina (strada del Tormeno 35). Il concerto, ad ingresso libero nel rispetto delle norme anti-covid, rientra nel gemellaggio – ideale e insieme molto concreto – che da anni lega l’Unità pastorale Riviera e il quartiere di Napoli.

Un ponte creato grazie alla presenza di padre Sergio Sala, gesuita che ha trascorso dieci anni a Scampia, con soggiorni di gruppi scout e altre realtà giovanili che hanno avuto modo di conoscere le diverse esperienze culturali presenti a Scampia e a Vicenza, con esperienze reciproche di crescita umana e civile.

Il progetto è intitolato significativamente “Musica libera tutti”

Padre Sergio Sala
Padre Sergio Sala, vicentino e gesuita per dieci anni ha lavorato a Scampia. Adesso è a Reggio Calabria

Nell’ambito del progetto “Musica libera tutti”, in questo periodo si sono avverati due sogni rimandati a causa della pandemia, ma perseguiti con grande passione: l’incontro col maestro Riccardo Muti, avvenuto nelle scorse settimane alla Reggia di Caserta, e una serata all’Arena di Verona, ospiti della Fondazione Arena di Verona in occasione dell’opera per eccellenza: l’Aida di Giuseppe Verdi.

I ragazzi in questi giorni hanno incontrato anche il maestro Riccardo Muti

Parte importante del soggiorno nel Veneto è il concerto offerto alla città e dedicato a Gian Pietro Pendini, musicista padovano aperto e poliedrico mancato prematuramente. Era un compositore, musicista e insegnante che ha sempre creduto nella musica d’insieme come strumento di emancipazione, inclusione, crescita; un gruppo di amici dell’artista ha voluto fortemente che l’esperienza dei giovani musicisti accompagnasse la sua memoria attraverso un concerto. Gli amici dell’artista hanno voluto accompagnare l’esperienza dei giovani musicisti in Veneto.

Fondamentale l’apporto della Fondazione Homo Viator-San Teobaldo di Vicenza che ha sostenuto il viaggio dei ragazzi in un’ottica di pellegrinaggio di fede e spiritualità all’insegna del linguaggio universale della musica.

Le più lette