Logo testata di vicenza

HomePadovanoConselvanoCartura verso le amministrative: il sindaco uscente affronta le sfidanti

Cartura verso le amministrative: il sindaco uscente affronta le sfidanti

Si avvicina l’appuntamento elettorale del prossimo autunno. Domenica 3 e lunedì 4 ottobre i carturani saranno chiamati alle urne per rinnovare il consiglio comunale. Due i candidati, in rappresentanza di altrettante liste, a contendersi la carica di sindaco.

Serenella Negrisolo

Il sindaco uscente Pasqualina Franzolin è chiamata a sfidare Serenella Negrisolo, l’esponente della lista “Viva Cartura”, composta dalle tre forze di opposizione in consiglio comunale (Cartura Continua, Cartura Futura e Movimento 5 Stelle), recentemente confluite nell’omonimo gruppo consiliare unitario.

“Viva Cartura”

Il sodalizio “Viva Cartura”, sorto a seguito della collaborazione avviata tra i tre gruppi consiliari di minoranza in occasione del referendum sulla fusione tra Conselve, Cartura e Terrassa Padovana del 16 dicembre 2018 e proseguita nel corso del mandato, candida dunque Serenella Negrisolo, 55 anni, imprenditrice nell’azienda meccanica di famiglia, vicesindaco con l’amministrazione guidata da Silvestro Bazza dal 1996 al 2006.

Negrisolo: “Se ora possiamo ancora a votare per le elezioni amministrative a Cartura lo facciamo grazie anche e soprattutto alle nostre tre opposizioni”

“Come tanti nel 2018 – racconta la candidata – ho temuto che con un referendum si volesse cancellare per sempre il nostro Comune per aggregarlo a due Comuni vicini (Conselve e Terrassa) cancellando così la nostra storia, la nostra identità e la nostra autonomia. Fortunatamente non è andata così: con nuovo senso civico e con rinnovato impegno, le attuali opposizioni di Cartura hanno unito le forze e, insieme a quelle di Terrassa e Conselve, hanno fondato il comitato “No Fusione” che ha condotto alla eclatante vittoria del referendum. Se ora possiamo ancora a votare per le elezioni amministrative a Cartura lo facciamo grazie anche e soprattutto alle nostre tre opposizioni. Adesso è tempo di costruire insieme, attraverso questa lista civica inclusiva, libera e aperta”.

Le più lette