mercoledì, 19 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomePadovanoPadovaPadova: tante le iniziative in campo per riqualificare i luoghi e tenere...

    Padova: tante le iniziative in campo per riqualificare i luoghi e tenere viva l’aggregazione

    Leaderboard

    Da Sacro Cuore a Camin passando per argini e piste ciclabili in città

    Argini e ciclabili. Una mozione per renderli più sicuri

    Padova
    Padova

    Piste ciclabili e soprattutto argini vengono utilizzati, in questi mesi, da migliaia di cittadini. Passeggiate, footing e uso della bicicletta vedono gli argini, in particolare nel fine settimana, riempirsi di padovani. Purtroppo non sempre vige il rispetto delle regole nei confronti degli altri che fruiscono di questi splendide vie sia sugli argini che sulle ciclabili dove i percorsi bicipedoni sono promiscui. Capita spesso che molti, soprattutto ciclisti, sfreccino lungo le piste mettendo in pericolo la sicurezza degli altri (cittadini di ogni età che camminano o corrono) e anche propri. Non è un caso isolato, allora, che sull’argine lungo il Brentella, per citare uno degli ultimi casi, si sia verificato uno scontro frontale tra ciclisti e una signora finita al Pronto soccorso. In seguito a questo e ad altri episodi i consiglieri comunali Gianni Berno e Nereo Tiso hanno presentato una mozione con cui chiedono di “poter sensibilizzare gli utenti, anche con cartellonistica e segnalazioni, ad un maggior rispetto delle regole, ma soprattutto degli altri. Il problema riguarda le bicilette e ormai i sempre più presenti, monopattini elettrici. Con questa nostra iniziativa sollecitiamo l’amministrazione a studiare, anche insieme con le altre città più sensibili all’uso delle biciclette, l’applicazione di normative e buone pratiche per un uso responsabile dei mezzi nel pieno rispetto di tutti coloro che desiderano godere di un momento di svago e di benessere in piena sicurezza”.

    Sacro Cuore. Restyling per Piazzetta Scimone

    Da tempo il quartier attendeva che piazzetta Scimone, che dà su via Astichello, potesse essere riqualificata. È stata presentato in quartiere il progetto della nuova piazza, o meglio quello che diventerà dopo l’intervento previsto. Per questo luogo e per il rione si tratta di una nuova fase dopo la pandemia che risponde alle richieste dei residenti e della Consulta del quartiere 6B. Un nastro colorato di metallo attraverserà la piazza. Sarà lungo come un viaggio tra i cinque sensi che ne segneranno il significato: un tavolo per il gusto, piante officinali per l’olfatto e così per gli altri sensi. Potrà essere utilizzato anche come una lunga panchina o un piano di appoggio per i bambini. “Diventerà un importante luogo di incontro, aggregazione e socializzazione del quartiere e, finalmente, ci sarà una piazza vissuta e carica di significato. In molte parti d’Europa e in grandi città si stanno sviluppando piazze simili a quella di via Astichello. Un’innovazione necessaria che crea un importante valore aggiunto” sono i primi commenti dei residenti. Parte dei costi della riqualificazione della piazza arrivano dai 35 mila euro assegnati alle Consulte dall’amministrazione comunale. Alla presentazione, oltre all’assessore Andrea Micalizzi, erano presenti l’assessora Cristina Piva e il presidente della Consulta Alessandro Bastianello. La riqualificazione dei quartieri è un nodo importante per la città e il rinnovamento di piazzetta Scimone è una tappa significativa del percorso.

    Camin. Levi Civita apertura estiva

    Un altro importante tassello per rendere la comunità di Camin più vivibile per tutti e, soprattutto, per i ragazzi del quartiere. I molti mesi di difficoltà dovute alla pandemia non hanno visto arrestarsi i cantieri per il miglioramento della scuola del rione, la Levi Civita, che oggi si rinnova. Piccoli, ma importanti interventi che hanno permesso all’istituto di aprire i battenti durante queste settimane estive offrendo varie attività ai ragazzi della scuola e non solo. Da anni i genitori e gli studenti chiedevano il rifacimento della struttura, segnata dallo scorrere del tempo, che ha preparato generazioni ad affrontare il salto verso la scuola superiore. Interventi come il rifacimento di parte degli infissi ormai obsoleti, la tinteggiatura della facciata dimostrano come la Levi Civita, oltre a un edificio, debba continuare a essere una scuola che accoglie e che ha intenzione di non fermarsi nel dare risposte educative alla comunità. Significativo il rinnovo dell’auditorium, fiore all’occhiello dell’istituto che aveva necessità di essere completamente rivisitato, così come i bagni. Proprio l’auditorium offre uno spazio in più ai ragazzi ed è utile anche per eventi promossi dalla comunità. Il lavoro dell’amministrazione, con l’assessora Piva e in collaborazione con il Consiglio di Istituto, ha permesso di rinnovare e rendere la scuola più sicura e fruibile. Quest’ultimo restyling si aggiunge ai molti altri interventi realizzati in questi quattro anni (cavalcavia e palestra tra i più significativi) ed ai molti altri che rimangono da fare.

    Nicoletta Masetto

    Leaderboard

    Le notizie più lette di Padova