Logo testata di vicenza

Home Padovano Padova Per il certificato basta un click da casa, l’anagrafe di Padova adesso...

Per il certificato basta un click da casa, l’anagrafe di Padova adesso è online

Addio fila allo sportello. La rivoluzione digitale che semplifica la vita dei cittadini

Addio fila allo sportello. Per ottenere un certificato anagrafico e di stato civile non è più necessario organizzarsi con il lavoro e la famiglia per andare fisicamente negli uffici comunali: ai padovani adesso basta un click per ricevere tutto comodamente a casa grazie al servizio online. Ma fondamentale sarà avere a portata di mano le proprie credenziali Spid, MyID della Regione del Veneto oppure la carta di identità elettronica per potersi identificare, fornendo le credenziali e alla fine stamparsi autonomamente il documento richiesto.

Questo servizio è una rivoluzione per Padova”, afferma Francesca Benciolini, assessora ai servizi demografici. Basti pensare che solo nel 2020 gli uffici di palazzo Moroni hanno emesso la bellezza di ventimila certificati, di cui oltre 6.000 relativi alla residenza.

È uno dei primi progetti su cui ci siamo messi a lavorare appena insediata l’amministrazione e quindi sono particolarmente orgogliosa di vederlo finalmente realizzato. La digitalizzazione è un percorso lento ma necessario, che l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha reso ancora più urgente”, dice Benciolini.

Tutti i certificati online hanno la piena validità legale e possono essere utilizzati in ogni contesto, dalla banca alle assicurazioni, dagli avvocati alle aziende, dalle associazioni a qualsiasi tipo di ente.

Il sistema è molto semplice: è sufficiente entrate nel sito portale demografico.comune.padova.it, autenticarsi, scegliere il certificato di cui si ha bisogno, inserire il proprio codice fiscale (o quello della persona di cui si vuole richiedere il certificato, senza la necessità di avere una delega), scaricarlo e stamparlo.

Il servizio funziona per i certificati anagrafici, come quello di residenza e lo stato di famiglia, e per quelli di stato civile, come il certificato di nascita, matrimonio o morte.

E dallo stesso portale è possibile richiedere anche la visura anagrafica e il modulo precompilato per le autocertificazioni. Scaricare i certificati è gratuito, ma per quelli anagrafici è necessario procurarsi la marca da bollo e applicarla sul certificato stampato nell’apposito spazio.

Gli unici limiti del servizio online riguardano lo stato civile: si può ottenere online il certificato di matrimonio solo se ci si è spostati dall’anno 1972 in avanti, il certificato di nascita solo dal 1958 in poi, quelli di morte solo dal 1989.

Questo è un servizio che rende l’amministrazione più vicina ai cittadini, rendendo facili e veloci ope- razioni che altrimenti richiedevano di doversi recare fisicamente in un ufficio. Il lavoro dietro questo risultato è immenso. Non solo – dichiara soddisfatta l’assessora della giunta Giordani – dal punto di vista digitale e tecnologico sul quale il settore servizi in- formatici ha svolto un encomiabile lavoro, ma anche dal punto di vista dell’informazione ai cittadini”. Per pubblicizzare l’anagrafe online sono stati realizzati un video promozionale e un video tutorial che spiega passo dopo passo quali sono le azioni da compiere e rende così maggiormente accessibile e comprensibile il funzionamento del servizio.

(s.s.)

Le più lette