martedì, 28 Giugno 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVicentinoVicenzaVendemmia buona ma in calo: le previsioni di Veneto agricoltura. Parola d'ordine:...

    Vendemmia buona ma in calo: le previsioni di Veneto agricoltura. Parola d’ordine: qualità

    Banner edizioni

    Vendemmia in ritardo di otto-dieci giorni con punte superiori in alcune aree per le gelate

    “Per la vendemmia 2021 la parola chiave resta “qualità”. Nel Veneto, grazie all’impegno e alla passione dei nostri produttori anche quest’anno potremmo offrire un prodotto di alto livello, specie per alcuni vitigni, come il glera, e quelli a bacca rossa”. Lo ha sottolineato l’assessore regionale all’agricoltura, Federico Caner, intervenendo alla 47ª edizione del focus sulle previsioni vendemmiali, storico evento promosso da Regione del Veneto e Veneto Agricoltura con Avepa, Arpav e Crea-Ve che, come ogni anno, rappresenta per il mondo vitivinicolo non solo veneto un importante momento di approfondimento e confronto alla vigilia della vendemmia. “Dopo un avvio difficile – ha continuato Caner – soprattutto a causa delle avverse condizioni climatiche, il caldo dell’estate ha favorito la viticoltura e dunque la produzione enologica oggi sempre più orientata ai principi di qualità e sostenibilità.

    In estrema sintesi, come ha sintetizzato il direttore Nicola Dell’Acqua, relativamente alle previsioni di vendemmia nel Veneto, iniziata in queste ore, il focus di stamattina, svoltosi online con la partecipazione di oltre 130 operatori ha confermato per il vigneto veneto un ritardo medio di inizio vendemmia di 8/10 giorni rispetto allo scorso anno; un calo complessivo della produzione di circa il -10%, con punte anche superiori in alcune aree colpite da pesanti grandinate e dalle gelate tardive di aprile; uno stato sanitario delle uve al momento ottimale.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni