Logo testata di vicenza

HomeRodiginoAdriaAdria: arriva la mozione per la revoca alla cittadinanza onoraria a Mussolini

Adria: arriva la mozione per la revoca alla cittadinanza onoraria a Mussolini

“E’ l’occasione per ricordare soprattutto ai più giovani le violenze del ventennio fascista, l’arroganza della dittatura, gli orrori della guerra, in modo che nessuno possa più a cuor leggero rievocare i fantasmi del passato”

Adria

Le liste civiche di maggioranza IBC, AdriaCivica e SiamoAdria rispondono positivamente all’invito del sindaco e sono pronte a trovarsi con i gruppi di minoranza per elaborare una mozione comune da approvare in Consiglio Comunale, per revocare la cittadinanza onoraria adriese conferita a Mussolini nel maggio del 1924.

“La cittadinanza onoraria è un riconoscimento importante da destinare a quelle persone che si distinguono positivamente e che costituiscono un modello positivo – spiegano Enrico Bonato e Sara Mazzucato, portavoce delle tre liste civiche.

“Non è possibile accettare che Adria continui a riconoscere positivamente ed in modo ufficiale la figura di Mussolini, perchè ciò equivarrebbe ad attribuire un valore al fascismo quando invece esso ha scritto la pagina più buia del nostro paese”.

“Questa, invece, dovrebbe essere, secondo noi, l’occasione per ricordare soprattutto ai più giovani le violenze del ventennio fascista, l’arroganza della dittatura, gli orrori della guerra, in modo che nessuno possa più a cuor leggero rievocare i fantasmi del passato. I tragici errori commessi in quel periodo da chi non seppe o non volle dire subito un no chiaro e forte all’attacco alle istituzioni, o da chi volle girarsi dall’altra parte, dimostrandosi accondiscendente con chi aveva preso il potere, come accadde al consiglio comunale di allora, non devono ripetersi oggi con atteggiamenti che giustificano l’apologia o anche solo la tollerano”.

“Vogliamo che questa mozione esprima tutto lo spirito democratico che anima quei tanti nostri concittadini che ci hanno manifestato sia stupore nell’apprendere che il “duce” era tra i cittadini onorari di Adria sia desiderio che tutto ciò venga cancellato al più presto”, concludono i portavoce delle tre liste civiche, Enrico Bonato e Sara Mazzucato.

Le più lette