Notizie
HomePadovanoBrugine e Sant'Angelo di Piove di Sacco, ecocentro: siglata la convenzione

Brugine e Sant’Angelo di Piove di Sacco, ecocentro: siglata la convenzione

Dopo Legnaro, si allarga la collaborazione intercomunale per la gestione dei rifiuti. Siglata la convenzione tra Brugine e S. Angelo di Piove per l’utilizzo dell’ecocentro

Rifiuti

Siglata la convenzione tra i Comuni di Brugine e di Sant’Angelo di Piove per l’utilizzo dell’ecocentro di via dell’Industria, in zona industriale a Brugine. Nel centro di raccolta sarà possibile conferire esclusivamente utenze domestiche e non domestiche, limitatamente ai rifiuti urbani. Per accedere sarà necessario esibire un documento di identità o comunicare l’intestatario del contratto di fornitura del servizio di igiene urbana; specificare le tipologie e le quantità presunte dei rifiuti in conferimento; portare personalmente i rifiuti negli appositi contenitori, aree attrezzate o piazzole e seguire le indicazioni del tecnico incaricato. Non devono in nessun caso essere scaricati rifiuti all’esterno degli appositi spazi o fuori della recinzione dell’ecocentro. Pena una multa che va da 25 a 600 euro.

Ecocentro, l’accordo tra Brugine e Sant’Angelo di Piove di Sacco

Il Comune di Sant’Angelo comparteciperà alle spese sostenute dal Comune di Brugine per la realizzazione dell’ecocentro per la somma di 5 mila euro, importo annuo forfettario. Ogni comune convenzionato (al momento anche Legnaro usufruisce del servizio) dovrà anche coprire i costi di gestione, trattamento e smaltimento dei rifiuti conferiti dalle proprie utenze, in proporzione al numero di utenze dei singoli comuni. Nessun costo aggiuntivo sarà a carico del Comune di Brugine.

La convenzione è valida 5 anni dalla sottoscrizione con possibilità di rinnovo.

Le dichiarazioni del sindaco

“La gestione associata dell’ecocentro in tre Comuni ci permette di migliorare il servizio alla cittadinanza” ha dichiarato il sindaco di Brugine, Michele Giraldo. “Con Legnaro – ha detto – collaboriamo da oltre un quinquennio mentre con Sant’Angelo ci sono le base per una proficua partecipazione”. “La collaborazione intercomunale – ha aggiunto il primo cittadino – ci permette di ampliare il servizio estendo gli orari di apertura e quindi di garantire la presenza degli operatori quasi tutti i giorni della settimana”.

Viva soddisfazione per l’intesa raggiunta è stata espressa anche dall’esecutivo santangiolese.

Martina Maniero

Le più lette