Logo testata di vicenza

HomeVenezianoChioggiaChioggia: grande successo per “InonDante”, l’installazione in omaggio all’Alighieri

Chioggia: grande successo per “InonDante”, l’installazione in omaggio all’Alighieri

Successo per la proposta di Sandro Varagnolo, Roberto Doria ed Emilio Pregnolato dell’associazione Clodiacom di commemorare con una installazione acquatica Dante e la Divina Commedia

InonDante
InonDante

“InonDante”, una suggestiva installazione che ha caratterizzato per tutta l’estate 2021 il canal Vena di Chioggia nella ricorrenza dei 700 anni della morte di Dante Alighieri: braccia e mani che uscivano dall’acqua partendo da quanto raccontato nel canto XXXII dell’Inferno per rappresentare da una lato i dannati immersi nella palude ghiacciata di Cocito per colpa dei loro peccati, le debolezze e i limiti dell’uomo, ma nello stesso tempo anche la volontà di riemergere, di uscire e rivedere la luce e le stelle, ritrovare la speranza.

La proposta di Sandro Varagnolo, Roberto Doria ed Emilio Pregnolato dell’associazione Clodiacom di commemorare con una installazione acquatica Dante e la Divina Commedia spazia dalla pittura alla scultura alla poesia nella suggestiva cornice del canale che attraversa tutto il centro storico di Chioggia. L’opera ha incuriosito tutti gli abituali frequentatori di riva Vena, ma anche i numerosissimi turisti che trascorrono le vacanze a Chioggia, Sottomarina e Isola Verde che si sono imbattuti in questa realizzazione inizialmente prevista per un mese – dal 25 giugno al 25 luglio – ma che poi si è protratta fino alla prima settimana di settembre.  

E nella casa del Glicine in calletta Cipriotto altre opere ispirate al genio dantesco aprono nuovi scenari e nuovi punti di vista sulla Divina Commedia dove spicca il quadro di una donna – Beatrice – che si immerge nell’acqua con le mani delle anime dannate che si protendono verso di lei nella vana speranza di raggiungere la salvezza.

Le più lette