Logo testata di vicenza

HomePadovanoPadovaInsediata la commissione per rappresentanza delle persone padovane con cittadinanza straniera

Insediata la commissione per rappresentanza delle persone padovane con cittadinanza straniera

Si è insediata ieri ufficialmente con la prima convocazione la Commissione per la rappresentanza delle persone padovane con cittadinanza straniera.

Sono stati eletti la presidente Mabel Malijan, che siederà in Consiglio comunale, e il vicepresidente, Raja Khan. Per entrambi si è arrivati alla quarta votazione, quella in cui era sufficiente la maggioranza semplice.

Per la presidenza erano candidate tre donne, mentre per la vicepresidenza cinque uomini.
La neopresidente eletta Mabel Malijan, nel suo discorso, ha affermato: “Una giornata molto importante per tutte le comunità straniere di Padova.

Una buona presidente deve avere tre caratteristiche: essere molto diplomatica, perché questa commissione è composta da 16 persone che dovranno lavorare insieme con diversi punti vista, la capacità d’ascolto e la determinazione. Farò del mio meglio, con la collaborazione di tutti.”

Il neoletto vicepresidente Raja Khan aggiunge: “Ringrazio per la fiducia e cercherò di fare del mio meglio per l’unità e il lavorare insieme, perché senza la commissione, presidente e vicepresidente sono nessuno.”

La presidente rimarrà in carica un anno, poi il vicepresidente prenderà il suo posto e verrà eletto un nuovo vice.
L’assessora Francesca Benciolini dichiara: “Un percorso di cittadinanza attiva e partecipazione democratica importante che in questi mesi ha coinvolto il Consiglio Comunale, le Comunità straniere della nostra città, tante e tanti volontari e volontarie, molti nostri dipendenti che hanno concorso, ognuno con il suo ruolo, a questo importante risultato che vuole dar voce alle tante persone orgogliosamente padovane che altrimenti non hanno diritto di voto.

I miei auguri di buon lavoro a tutta la commissione e un ringraziamento particolare ai consiglieri margerita Colonnello e Alain Luciani, che svolgeranno il prezioso compito di essere il raccordo con l’intera amministrazione.”

L’assessora Marta Nalin aggiunge: “dopo questa prima riunione inizia un percorso che ha l’obiettivo di dare voce a molte persone che in questo momento in città non la hanno. Trovo molto significativo sia il fatto che ci fossero tre donne candidate per la presidenza, sia il fatto che tutti i candidati e le candidate abbiano nei loro interventi ribadito l’importanza del lavorare assieme. Credo significhi aver colto appieno lo spirito dell’iniziativa.

Le notizie più lette di Padova