Logo testata di vicenza

HomeVenezianoRiviera del BrentaMira: viabilità, distretto sanitario, mobilità sostenbile, tante novità in arrivo

Mira: viabilità, distretto sanitario, mobilità sostenbile, tante novità in arrivo

“I 4 anni di mandato sono stati 4 anni di buona amministrazione di centrosinistra“. Così il sindaco Marco Dori nelle scorse settimane all’incontro pubblico che si è tenuto a Teatro Villa dei Leoni a Mira

Marco Dori

Dopo che l’incontro era stato rinviato per ben due volte ad agosto a causa del maltempo, Dori ha affrontato insieme alla sua giunta diversi argomenti.  “Abbiamo spezzato quell’isolamento del nostro Comune – ha detto – che si era creato anche per questioni politiche con il resto del comprensorio e dell’area veneziana”.

Sanità, centro antiviolenza e giudice di pace

Ad esempio Dori a ricordato che l’ente locale è tornato a contribuire alla sede del giudice di pace che si trova a Dolo. Ma non solo. ”Mira, con il suo centro anti violenza Estia – ha sottolineato- è diventato un punto di riferimento per tutto il comprensorio per il contrasto alla discriminazione di genere. Sulla questione del distretto sanitario si sono fatti grossi passi in avanti. Abbiamo portato in villa Mocenigo a Oriago una parte del liceo Galilei di Dolo. Durante la pandemia si sono aiutate oltre 4 mila famiglie”.

Mira, l’accesso ai fondi della Legge Speciale

Dori ha poi sottolineato che per la prima volta Mira potrà fare uso in maniera cospicua dei fondi legati alla Legge Speciale su Venezia, mentre gli interventi di messa in sicurezza della Romea sono in arrivo. “Si tratta nel caso dei fondi della Legge Speciale, di diversi milioni di euro che arriveranno di anno in anno, e che potranno essere utilizzati prevalentemente per opere idrauliche, con l’ammodernamento anche delle reti fognarie”.

Viabilità e mobilità

Il sindaco ha anche affrontato il tema della viabilità e della mobilità. Per quanto riguarda la viabilità ha annunciato una vera e propria rivoluzione nei prossimi mesi se non settimane: a partire da ottobre infatti la Brentana nel tratto di Oriago sarà interdetta al traffico pesante. Ci sarà poi uno stop ai tir anche in direzione dei centri di Gambarare e Piazza Vecchia. “Dopo mesi di confronti con gli enti sovracomunali -ha detto – finalmente tutti i permessi sono pronti. Nel giro di qualche settimana, sicuramente con ottobre, partiranno i divieti al traffico pesante su quella che vogliamo far diventare una strada residenziale, cioè la strada regionale 11 “Brentana”.

La Brentana

La Brentana sarà interdetta al traffico pesante dalla rotonda davanti al ristorante al Burchiello fino al confine con il Comune di Venezia. Il divieto continuerà fino alla rotonda dalle Rana a Marghera. Collegato a questo divieto ha detto Dori ”ci sarà quello lungo la strada che da Piazza Mercato ad Oriago porta a Piazza Vecchia e Gambarare”.

Mira Porte

Ma una grande novità riguarda Mira Porte. “Abbiamo deciso – ha detto Doridi valorizzare la piazzetta settecentesca della frazione rendendola pedonale nei fine settimana”. Il sindaco ha poi rivendicato la realizzazione di una vasta rete di piste ciclabili. Durante l’assemblea non sono mancate critiche da parte di alcuni cittadini e richieste di chiarimenti. Sindaco e giunta hanno promesso nuove assemblee e incontri nei prossimi mesi.

Alessandro Abbadir

Le più lette