Logo testata di vicenza

HomeBreaking NewsMirano, povertà: pioggia di contributi economici di sostegno alle famiglie

Mirano, povertà: pioggia di contributi economici di sostegno alle famiglie

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pavanello fa la propria parte per i cittadini bisognosi del territorio comunale di Mirano, stanziando contributi economici di sostegno alle famiglie

Mirano

Il “Rapporto povertà assoluta 2020”, elaborato dall’Istat, evidenzia che nel 2020, sono in condizione di povertà assoluta più di due milioni di famiglie e oltre 5,6 milioni di individui, il livello più elevato dal 2005, ed è stato proprio il Nord Italia a registrare la crescita più ampia. Insomma, la pandemia ha generato una vera e propria emergenza sociale.

Mirano, i contributi di sostegno alle famiglie

Per questo motivo, il Comune di Mirano ha recentemente scelto di erogare dei contributi di sostegno alle famiglie che, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, si trovano in difficoltà, attraverso due interventi separati e non cumulabili. Il primo riguarda il pagamento dei canoni di locazione, con esclusione dei canoni agevolati. Il secondo, invece, è relativo al pagamento delle utenze domestiche.

L’importo dei contributi

L’importo dei contributi erogabili viene quantificato in base alla fascia di Isee di appartenenza del richiedente: per i canoni di locazione da 200 euro a 400 euro mensili, per un periodo di tre mesi; per le utenze domestiche da 250 a 400 una tantum. Possono presentare la richiesta di contributo, entro il 30 novembre, i cittadini residenti a Mirano, che dispongono di una attestazione Isee valida uguale o inferiore a 13.391,82 euro e la cui richiesta sia riconducibile agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica. Il bando prevede la formulazione mensile di una graduatoria e la successiva liquidazione fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Presentazione delle domande

Per finanziare questo intervento, l’amministrazione comunale utilizzerà il fondo statale denominato “Sostegni Bis”, che ammonta a 115.020,60 euro. L’avviso e il modulo di autodichiarazione per presentare la domanda sono scaricabili sul sito del Comune oppure reperibili presso lo Sportello Sociale del Comune di Mirano. La domanda andrà trasmessa via e-mail all’indirizzo: comune.mirano.ve@pecveneto.it, via fax al n. 041/5798373 oppure consegnata a mano presso lo Sportello Sociale o il Multi Sportello, previo appuntamento telefonico.

Gli altri sostegni alle famiglie in difficoltà

Non si tratta, però, dell’unico intervento stanziato dal Comune per le famiglie in difficoltà in questi mesi. Ad agosto, per esempio, l’amministrazione ha previsto un contributo per la frequenza dei centri estivi. Il bando, che si è chiuso il 10 settembre, era riservato alle famiglie con minore residenti nel Comune e un Isee inferiore o uguale a 20mila euro.

Ancora, nel periodo aprile-giugno 2020 e dicembre 2020-marzo 2021, l’amministrazione ha erogato buoni spesa a 522 nuclei familiari, grazie a “particolari fondi statali destinati all’acquisto di generi alimentari o all’erogazione di buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari (scelta, quest’ultima, sostenuta dal Comune di Mirano)” fa sapere il Comune. Nello specifico,”è stato destinatario di 144.997,78 euro (Ordinanza della Protezione Civile 658 del 30.3.2020) e di altri 144.997,78 euro (Dl 154 del 23 novembre del 2020)”.

Anna Serena

Le più lette