Logo testata di vicenza

HomePadovanoBassa PadovanaMonselice: il Festival “Stupor Mundi” si fa più ricco

Monselice: il Festival “Stupor Mundi” si fa più ricco

Monselice. Un viaggio tra parole, immagini, musica, teatro e cinema nel nome di  Federico II di Svevia

Monselice, il Mastio

Una serie di incontri con la storia e la cultura che si intrecciano anche con la sfera gastronomica: la seconda edizione di “Stupor Mundi” potrebbe essere riassunta così. Dopo il successo dello scorso anno, il Festival dedicato alla figura di Federico II di Svevia e al suo legame con la città della Rocca ha accompagnato nuovamente il pubblico in un viaggio tra parole, immagini, musica, teatro e cinema. 

In questa edizione, però, il programma si è arricchito di un percorso gastronomico di ispirazione storico medioevale: “Il Piatto di Federico II”. Il concorso ha visto sfidarsi i ristoratori monselicensi a suon di ingredienti e prodotti in uso durante l’epoca dell’imperatore, sotto l’occhio attento dello storico Riccardo Ghidotti. Ad aderire all’iniziativa Villa Contarini con lo “Spezzatino di filetto di maiale con uvetta e mandorle”, Macelleria Gastronomica Garbin con la “Corona di costine di maiale”, Trattoria Ai Monticelli con la “Polpa di lattonzolo alle prugne e ippocrasso”, Ristorante Egina con il “Lattonzolo di cinghiale in pignatta”, l’Osteria La Campana con l’”Oca in salsa jance”, Osteria Contemporanea Origini con la “Zuppa di fagioli e porro”, l’“Insalata di fagioli e porro” e lo “Stinco di cinghiale”, il ristorante La Torre con “Maialino da latte allo spiedo con cipolle, accompagnato da salsa al lette di mandorla, cipolle e zafferano”. 

La giuria di esperti presieduta da Annamaria Pellegrino e composta da Gioacchino Bonsignore, Gianluca Tomasi, Paolo Forgia e Dino Roncon ha decretato come vincitrice l’Osteria Contemporanea Origini di Piazza Mazzini. Il primo trofeo “Piatto di Federico II” è stata la vera novità di questa edizione di “Stupor Mundi” e ha spianato la strada alla 36esima edizione della “Giostra della Rocca”. Per tutto il mese, a cornice della tradizionale rivisitazione storica monselicense, i ristoranti della città potranno preparare e proporre il piatto vincitore divenuto patrimonio del comune. 

“Il Festival Stupor Mundi è legato alle radici del territorio ed è nato per valorizzare la figura di Federico II e il Mastio Federiciano, suo lascito architettonico alla città” ha sottolineato Andrea Parolo, Assessore alla Cultura “Un prodotto culturale di qualità che in questa seconda edizione è cresciuto, ottenendo l’alto patrocinio del Ministero della cultura oltre a quello della Provincia e della Regione. 

La nostra intenzione è quella di proseguire con questa esperienza cercando di coinvolgere sempre più partner, rendendola un’edizione continuativa nel tempo”. L’iniziativa del premio è nata da un’idea del giornalista Maurizio Drago che ha trovato l’appoggio di comune, Pro Loco locale, Comitato Giostra della Rocca e Ascom.

Martina Toso

Le più lette

Soldan srl - HalfPage