Logo testata di vicenza

HomePadovanoPadovaPadova: Bonus taxi a favore delle persone disagiate, ecco i dati dell'utilizzo

Padova: Bonus taxi a favore delle persone disagiate, ecco i dati dell’utilizzo

Un’iniziativa che ha riscontrato molto apprezzamento quella del Bonus Taxi a favore delle persone disagiate, una misura finanziata dal Ministero dell’Economia  e che è stata recentemente prorogata al 30 novembre 2021

Per persone disagiate, la legge intende una vasta platea di utenti che vanno dagli over 65 anni  alle donne in stati di gravidanza  o che si debbono muovere tra le ore 18 e le 6 del mattino  e numerose altre categorie che vanno oltre al tradizionale concetto di impedimento fisico o di grave difficoltà economica.

Come è noto il Bonus è riconosciuto sotto forma di voucher  e copre il 50% della spesa sostenuta e comunque non più di 20 euro per ciascun viaggio.

I dati relativi ai primi 6 mesi di utilizzo  resi noti oggi sono significativi:

Statistiche bonus taxi, primi 6 mesi di utilizzo.

Buoni utilizzati a Agosto: 4140

Buoni utilizzati a Luglio: 4615

Buoni utilizzati a Giugno: 4542

Buoni utilizzati a Maggio: 3303

Buoni utilizzati ad Aprile: 1468

Buoni utilizzati a Marzo: 453

Iscritti attuali: 2050 (+158 dal 12/08 )

Risorse attualmente impiegate: 125.000 euro

L’assessore al commercio e alle attività produttive Antonio Bressa 

“Sono 18.521 i bonus Taxi erogati dal Comune di Padova in collaborazione con Radio Taxi nei primi sei mesi di utilizzo, da marzo ad agosto. Un numero che rappresenta un ottimo risultato e che corrisponde già a 125.000€ di risorse messe a disposizione dei cittadini beneficiari.

Si tratta infatti di un aiuto concreto per la mobilità delle persone più in difficoltà, che possono viaggiare a metà prezzo, e per la ripartenza del settore, secondo la doppia valenza che questo progetto ha avuto fin dall’inizio. Ora, con la platea dei beneficiari ancora più estesa, e la proroga delle richieste fino al 30 novembre, confidiamo che questi numeri possano continuare a crescere e coinvolgere sempre più cittadini. Il bonus è facile da usare perché bastano pochi click o una telefonata per ottenere i codici da comunicare dentro il taxi. Sfruttiamo al massimo questo strumento.”

 

L’assessora al sociale Marta Nalin 

È uno strumento che aiuta la mobilità delle persone padovane a partire da quelle più fragili e sole, quelle che non hanno un’auto propria e che si devono spostare in orari in cui i mezzi pubblici faticano ad arrivare. Lo Stato consente ai comuni di scegliere i requisiti per accedervi e il comune di padova ha deciso di allargare la platea dei beneficiari per consentire a più persone possibile di usufruire di questa opportunità. Questa scelta si è rivelata giusta”

 

La domanda per usufruire del bonus può ancora essere presentata fino al prossimo 30 novembre. 

I requisiti di accesso stabiliti dal Comune di Padova sono i seguenti:

-residenza nel Comune di Padova

-età maggiore di 65 anni

-essere fisicamente impediti o a mobilità ridotta o con patologie accertate o avere necessità di spostarsi per esigenze sanitarie quali visite mediche o visite a parenti ospedalizzati

-donne in stato di gravidanza

-donne che devono spostarsi nella fascia oraria dalle 18.00 alle 6.00 del mattino

-personale della scuola di ogni ordine e grado

-personale sanitario operante in strutture sanitarie o sociosanitarie

-persone che devono visitare in carcere i familiari

-persone affette da malattie rare

-persone nel cui nucleo familiare vi sia almeno un componente che svolge attività lavorativa in uno dei settori i cui codici ATECO siano stati o sono soggetti a limitazioni per effetto dei provvedimenti assunti volti al contenimento della diffusione del Covid 19

-titolari di REM o Reddito di Cittadinanza

-soggetti con almeno un componente del nucleo familiare maggiorenne disoccupato (titolare di Naspi) oppure in cassa integrazione

-persone con un indicatore ISEE ordinario o corrente non superiore a 20.000 euro

 

 

 

Le notizie più lette di Padova