Logo testata di vicenza

HomeBreaking News”Padova Est, ospedale strategico”

”Padova Est, ospedale strategico”

La posizione del sindaco di Vigonza Stefano Innocente Marangon

ospedale
ospedale

Il nuovo ospedale di Padova Est sembra essere sempre più una realtà. Continuano spedite le discussioni, i tavoli tecnici e i lavori per posare entro il 2023 il primo mattone del tanto atteso nuovo polo ospedaliero di Padova, che verrà costruito nella zona di San Lazzaro, area strategica per i comuni attorno al territorio di Padova est e ben collegata con le principali arterie stradali, tra cui tangenziali e autostrada. Vigonza sarà uno di quei Comuni che più beneficerà della vicinanza al nuovo Polo della Salute. Proprio per questo motivo abbiamo chiesto a Stefano Innocente Marangon, primo cittadino di Vigonza, un commento sulla nuova costruzione dell’ospedale e come possa rappresentare un asset strategico, specialmente per la cittadinanza dei comuni limitrofi.

“Il nuovo ospedale ha certamente la funzione di assolvere alle criticità derivanti dall’attuale collocazione, ormai superata dal traffico e dalla raggiungibilità. – afferma il sindaco Marangon -. La nuova location, oltre a separare opportunamente alcune funzioni di carattere sanitario, risponde a criteri di logistica, essendo posta appena fuori l’autostrada e a fianco della statale 49 per Castelfranco Veneto. Ma ciò è anche una complessità”.

Continua Marangon: “Sarà indispensabile prevedere, come ho avuto modo in varie sedi provinciali e regionali di dichiarare, un forte adeguamento della viabilità (improcrastinabile quanto meno raddoppiare la sr 308, realizzare raccordi e corsie di immissione ed uscita adeguate), già oggi abbondantemente inadeguate che generano code infinite per chi si reca al lavoro così pure a rafforzare i mezzi pubblici (previsti dal tram sir2 per scorrimento urbano, ma non altrettanto o non ancora sufficientemente dal trasporto extraurbano). L’occasione giusta appare profilarsi, anche per effetto dei soldi del Pnrr. È certamente una cosa sulla quale non ci si può permettere di sbagliare”.

Il Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) è il piano preparato dall’Italia per rilanciare la fase post pandemia di Covid-19. Fa parte del programma europeo noto come Next Generation Eu, un fondo per la ripresa europea da 750 miliardi di euro.

 Manuel Glauco Matetich

Le più lette