Logo testata di vicenza

HomeAppuntamentiPadova, Musikè: concerti, teatro e danza in un caleidoscopio di emozioni

Padova, Musikè: concerti, teatro e danza in un caleidoscopio di emozioni

La rassegna a Padova: l’edizione 2021 si conclude con tre date all’Arena Live Geox

Concerti, teatro e danza
Concerti, teatro e danza

Tre appuntamenti settembrini chiuderanno la stagione 2021 di Musikè, la rassegna di musica, danza e teatro organizzata e promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Un evento che si svolge sin dal 2013 e che ha portato nelle città di Padova e Rovigo nomi altisonanti del panorama nazionale e internazionale accanto a talenti emergenti, proponendo un calendario di eventi che si pongono come scambio e dialogo fra diverse forme d’arte.

Dopo il successo dei primi quattro appuntamenti, svoltisi fra giugno e luglio, l’edizione 2021 di Musikè è pronta a tornare per gli ultimi tre imperdibili eventi, tutti in programma a settembre all’Arena Live Geox di Padova.

Musikè: gli ultimi eventi a settembre

Si comincia giovedì 9 settembre con Blu infinito, spettacolo a cura di Evolution Dance Theater. Fondata in Italia dal coreografo americano Anthony Heinl, la compagnia, che si compone di danzatori, ginnasti, illusionisti, contorsionisti e atleti, propone uno spettacolo caratterizzato dalla commistione di diverse discipline e accompagnato da effetti speciali e scenari interattivi in grado di trascinare il pubblico in un caleidoscopico turbinio di emozioni, impressioni e sensazioni. Illusioni ottiche e performance antigravitazionali esaltate dal Light Wall, lo schermo interattivo creato dallo stesso coreografo, non mancheranno di stupire lo spettatore accompagnandolo in un un mondo popolato da creature fantastiche, animali acquatici e creature marine.

Si continua l’11 settembre con Supermarket – A modern musical tragedy, prima regionale dello spettacolo a cura di Elsinor Centro di Produzione Teatrale. Un musical inedito dai toni politicamente scorretti e sarcastici, ambientato in un supermercato che da luogo fisico si trasforma in simbolo dello straniamento, della solitudine e delle ipocrisie della società. Libretto, musiche e canzoni sono di Gipo Gurrado, che ha tratto ispirazione dalla vita reale per dar vita alla sua opera: “Ogni volta che vado a fare la spesa ho deciso di osservare, di catturare parole, idee, suoni, di registrare situazioni e di memorizzare dialoghi, per costruire uno spettacolo surreale, comico, grottesco, musicale, originale”.

A chiudere la rassegna, mercoledì 15 settembre, la prima regionale di Preludes, spettacolo che vede protagonisti tre stelle della danza italiana (Anbeta Toromani, Alessandro Macario e Amilcar Moret). Accompagnati dal vivo al pianoforte da Costanza Principe, i tre ballerini interpreteranno le coreografie di Massico Moricone sui Preludi di Chopin, Debussy e Rachmaninov. A seguire, una creazione coreografica sulla Ciaccone in re minore di Bach. Un vero dialogo fra arti, il modo più significativo per salutare la rassegna e dare appuntamento al 2022. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con prenotazione fino a esaurimento posti.

Francesca Tessarollo

Le più lette

Soldan srl - HalfPage