Notizie
HomeBreaking NewsRipartono i corsi dell'Università Popolare di Porto Viro

Ripartono i corsi dell’Università Popolare di Porto Viro

Il Comune di Porto Viro ha incontrato la coordinatrice dell’Università Popolare di Porto Viro Luciana Milani e la nuova direttrice provinciale Bertilla Gregnanin

Università Popolare di Porto Viro
Università Popolare di Porto Viro

In vista della ripartenza dei corsi, l’amministrazione comunale ha incontrato la coordinatrice dell’Università Popolare di Porto Viro Luciana Milani e la nuova direttrice provinciale Bertilla Gregnanin. L’incontro è avvenuto in municipio alla presenza del sindaco Maura Veronese, del vice Doriano Mancin, della consigliera delegata alla scuola Francesca Marangon e dell’assessore Marialaura Tessarin.

“L’Università Popolare riparte, con entusiasmo e fiducia, il 21 ottobre” ha affermato l’assessore “anche se a dire il vero i corsi non si sono mai fermati, dato che sono continuate anche nei periodi di chiusura le lezioni on line. L’Università Popolare è un fiore all’occhiello per la città di Porto Viro, e di tutto ciò dobbiamo ringraziare Luciana Milani, insegnante, già vicepreside ed attualmente anche vicepresidente della Commissione Pari Opportunità, che da anni si dedica con passione e dedizione alla coordinazione di questo servizio fondamentale e di grande valore. Collaborare con la maestra Luciana, figura di grande riferimento e ispirazione per molti, ha significato moltissimo per me in questi anni. Un ringraziamento particolare va al centro giovanile San Giusto nella persona di don Michele per la messa a disposizione di una sede per le lezioni”.

Luciana Milani ha aggiunto: “Finalmente si riparte con le nostre attività: l’anno scorso purtroppo neanche siamo riusciti ad iniziare e numerosi dei miei ‘studenti diversamente giovani’ so che stanno scalpitando attendendo questo momento. Per loro l’università popolare rappresenta cibo per la mente ed occasione per ritrovarsi in un luogo gioioso dove coltivare relazioni che rallegrano la quotidianità. Nel 2020 abbiamo avuto 150 iscritti e i vari docenti che si sono alternati nelle lezioni hanno sempre dimostrato stupore nel vedere il gran numero di presenze. Io sono orgogliosa di questo gruppo e penso che lo debba essere tutta la comunità: avere persone della terza età che decidono di voler continuare a crescere attraverso questa esperienza è messaggio per i giovani di speranza e del fatto che non bisogna mai smettere di cibarsi di cultura”.

Fabio Pregnolato

Le più lette