martedì, 28 Giugno 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeRodiginoDeltaRosolina, elezioni amministrative: colpo di scena dal centrodestra, il candidato unico è...

    Rosolina, elezioni amministrative: colpo di scena dal centrodestra, il candidato unico è Michele Grossato

    Banner edizioni

    Il centrodestra candida il presidente della Pro loco, Michele Grossato, quando oramai pareva fatta per Pako Massaro

    Michele Grossato

    A Rosolina la corsa verso le elezioni ha proposto all’ultimo momento dei clamorosi colpi di scena. Come spesso succede infatti, specie nei Comuni di piccole e medie dimensioni, il nome di una determinata lista, di uno schieramento e di un candidato sindaco, si cerca di farlo restare segreto fino alla vigilia della presentazione delle liste. Ecco che su entrambi i fronti, ossia centrodestra e centrosinistra, si sono avute delle novità dell’ultima ora. Quando pareva oramai fatta per Pako Massaro, come candidato della Lega, ecco che il centrodestra ha scelto il presidente della Pro loco Michele Grossato, come candidato unico. Dunque niente corsa per Pako Massaro. La scelta è a dir poco strategica, visto che Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, si presentano compatti al voto, per cercare di conquistare il municipio del Comune più rinomato del Delta del Po.

    Le parole del candidato sindaco a Rosolina Michele Grossato

    Michele Grossato ha prontamente accettato la sfida di provare a vincere le elezioni amministrative di Rosolina. “La mia squadra è ancora in fase di composizione, ma ci presentiamo come una valida alternativa all’amministrazione comunale uscente – afferma Michele GrossatoHo accettato la candidatura, in quanto il centro destra si è presentato più unito e compatto che mai, avendo anche il sostegno della Lega, grazie a Pako Massaro. Questo ci permetterebbe di essere ben rappresentati anche a livello di governo regionale. La squadra che si sta per formare è giovane e ha l’intento di cambiare aria a Rosolina. Gli ultimi cinque anni della giunta Vitale sono stati piatti. La pandemia dell’ultimo anno e mezzo ci ha messo del suo. Siamo l’alternativa al sindaco uscente”.

    Michele Grossato, essendo presidente della Pro loco, sarà costretto per statuto e regolamento, a dimettersi e a convocare quanto prima l’elezione del nuovo direttivo. “Quello che mi fa molto piacere è il fatto che stiamo ricevendo tante proposte, da parte di persone che vogliono entrare a far parte del nostro progetto. Questo vuol dire che siamo credibili. Ovviamente mi sospenderò dalla Pro loco, in vista della mia nuova avventura politica. Sono sempre stato vicino all’amministrazione comunale. Rimarrò nel direttivo della Pro loco, visto che sono stato eletto, fino a quando non verranno svolte le elezioni per il rinnovo”.

    Per il centrodestra, quello di avere deciso di unirsi tutti quanti, rappresenta sicuramente un forte tentativo di presa di coscienza, circa il fatto che l’unione fa la forza e quindi solamente in questo modo, potrà avere delle possibilità di vittoria finale. La scelta ha comunque sorpreso molto gli addetti ai lavori, anche se in politica spesso e volentieri le cose scontate e ovvie non esistono.

    Marco Scarazzatti

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni