Notizie
HomeBreaking NewsSanta Giustina in Collle, "Agri drive-in anticovid" di Giovanni Zuanon premiato da...

Santa Giustina in Collle, “Agri drive-in anticovid” di Giovanni Zuanon premiato da Coldiretti

L’imprenditore di Santa Giustina in Colle vince il concorso nazionale con la migliore soluzione in tempo di pandemia: spuntini a km zero direttamente in auto con la possibilità di gustarsi un film nella quiete della campagna

 Giovanni Zuanon, un passato da chef negli Usa, nel pieno della pandemia ha inventato a Santa Giustina in Colle, nell’alta padovana, il primo Agri-drive in dove gustare buonissimi spuntini a km zero e birra artigianale in piena campagna, davanti a un bel film, nella propria auto, in compagnia dei propri familiari e amici senza nessun rischio di contagio e garantendo sicurezza e distanziamento. (continua a leggere dopo la gallery)

Il premio alla creatività in agricoltura

E’ lui il vincitore dell’edizione 2021 di Oscar Green di Coldiretti, il premio nazionale alla creatività in agricoltura con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e di quello delle Politiche Giovanili, assegnato ieri a Roma. Il primo premio tra le esperienze che meglio hanno superato l’emergenza sanitaria con pronta reazione creativa e riconversione aziendale va a Santa Giustina in Colle, all’agriturismo Antichi Sapori che con il contributo di Giovanni,  neo imprenditore rientrato dall’America a causa della pandemia rivoluziona l’impresa familiare e la trasforma in un agri drive in. Accompagnato dal padre Silvano è arrivato oggi a Roma per essere acclamato vincitore della categoria speciale sbaragliando tutti concorrenti. Giovanni insieme ai fratelli Andrea e Massimo ha inventato il primo Agri-Drive In dove gustare buonissimi spuntini a km zero e birra artigianale in piena campagna, davanti a un bel film, nella propria auto, in compagnia dei propri familiari e amici senza nessun rischio di contagio e garantendo sicurezza e distanziamento.

L’idea di Giovanni Zuanon

Ci sono voluti vent’anni di esperienze tra l’America e il resto del mondo per sconfiggere il Covid che aveva messo fortemente a rischio l’importante investimento che Giovanni aveva fatto per rinnovare la storica azienda del padre, l’agriturismo Antichi Sapori di Santa Giustina in Colle. L’azienda prima produceva latte e carne di altissima qualità da qui l’idea di ultima generazione: creare degli spuntini contadini. La stalla d’avanguardia secondo i parametri del benessere animale, seguendo i principi dell’economia circolare, fornisce di ottima qualità che unito al pane morbido fatto con la farina di patate garantisce panini gourmet che una volta che li assaggi non li dimentichi più. Ma arriva il covid e il lockdown mette a rischio tutto. Giovanni prova a ripartire con le consegne a domicilio ma fa fatica e allora ha un’intuizione brillante. Sul modello americano propone un “agri drive-in” ed è subito un successo incredibile. La gente si precipita in fattoria, portando sempre con sé l’autocertificazione, indispensabile per girare in tempo di lockdown e di zone rosse o gialle. Il sacchetto con spuntini e la birra artigianale sono consegnati nell’auto. Sicurezza e distanziamento sono ovviamente garantiti. Poi, appena possibile, spazio anche divertimento, per gustare gli spuntini di qualità, in piena campagna, davanti a un bel film, dalla propria auto, in compagnia dei propri familiari e amici senza nessun rischio. La notizia del drive in fattoria fa il giro di tutto il territorio. Una sera dietro l’altra è un successo a valanga. Giovanni ha salvato l’investimento e ha dato una risposta all’emergenza Covid, regalando un sorriso anche nel periodo più difficile dell’emergenza sanitaria.

L’Oscar Green di Coldiretti Padova

Alla finalissima dell’Oscar Green il presidente nazionale di Coldiretti Ettore Prandini che ha rivolto un plauso a Giovanni Zuanon e a tutti i giovani imprenditori per la loro voglia di far crescere e rendere sempre più competitiva l’agricoltura italiana, con la capacità e la determinazione di far fronte anche alla pandemia. “Il nostro Giovanni e tutti gli altri giovani imprenditori sono loro i migliori testimonial dell’agricoltura che guarda al futuro – afferma Massimo Bressan, presidente di Coldiretti Padova – e che non si fa scoraggiare dalle difficoltà. In tempi di pandemia e del lockdown questi giovani hanno saputo orientare il timone della propria azienda verso l’innovazione e la sostenibilità,  anche reinventandosi il proprio lavoro con la consegna dei prodotti a domicilio,  la vendita sulle piattaforme on line, l’uso dei social per mantenere il contatto con clienti e fornitori, lo studio di progetti e bandi per accedere a nuove risorse. E’ grazie a queste risorse che l’agricoltura scommette sul futuro. Questa edizione dell’Oscar Green di Coldiretti ha il merito di portare alla ribalta tutto il potenziale imprenditoriale che, grazie alla multifunzionalità del settore, permette alla genialità under 30 di sviluppare idee, metterle in rete e condividerle con le esigenze della società.  L’agricoltura di casa nostra attrae le nuove generazioni che investono sulla qualità della vita dopo anni di formazione non necessariamente legata a materie agronomiche. Sono segnali incoraggianti a cui riservare la doverosa attenzione, anche  la politica deve essere in grado di comprendere le capacità performante delle imprese agricole e il grande sforzo quotidiano profuso durante i mesi della pandemia che ha visto una task force di produttori coinvolta e molto attiva”.

Le più lette