Logo testata di vicenza

HomePadovanoPadovaTest salivari nelle scuole: il liceo "Cornaro" fa da apri fila

Test salivari nelle scuole: il liceo “Cornaro” fa da apri fila

Didattica e prevenzione, una partenza in contemporanea. Ieri è suonata la prima campanella e ha preso ufficialmente il via il monitoraggio con test salivari al liceo scientifico Alvise Cornaro

Ieri l’incontro informativo tra Lorena Gottardello dell’Ufficio di Igiene e Sanità pubblica dell’Ulss 6 Euganea, Tiziana Coppola, Karin Bettin e Giulia Ceccon, referenti Ulss 6 per le scuole, la dirigente scolastica Franca Milani, la referente per il progetto sentinella Teresa Pecere, i professori Mario Plebani e Vincenzo Baldo dell’Università degli Studi di Padova, vale a dire lo staff al completo che si occuperà del monitoraggio in ogni sua fase.

Protagonisti e apripista saranno domani una sessantina di ragazzi delle classi quinte, ai quali sarà consegnato il kit contenente il test salivare che ognuno si autosomministrerà a casa, per poi riportarlo a scuola il giorno seguente: qui gli operatori dell’Ulss Euganea raccoglieranno i kit, che poi verranno processati dalla Medicina di Laboratorio dell’Azienda Ospedale – Università.

Qualora risultasse positivo uno studente, si procederà a monitoraggio attivo della classe che potrà dunque continuare a fare didattica in presenza; se gli studenti positivi saranno più di uno, verrà posta in isolamento tutta la classe, per 7 giorni i vaccinati, per 10 giorni i non vaccinati.

Il progetto di monitoraggio, al quale si aderisce su base volontaria, verrà proposto a tutti i 1.074 iscritti del Cornaro, e poi ai bambini e ai ragazzi di altri undici plessi di Padova: sette elementari (Randi, Valeri, Zanibon, Manin, Volta, Nievo, Santa Rita), e quattro medie (le due sedi di Vivaldi e le due di Todesco). Complessivamente i test salivari saranno offerti a tremila studenti, testati ogni 15 giorni fino a giugno.

Le più lette