Notizie
HomeSenza categoriaTreviso, al via il Progetto TAAFE

Treviso, al via il Progetto TAAFE

Treviso, al via il progetto TAAFE, guide pratiche, tutorial video e spazi di connessione creati dai ragazzi con gli anziani

 

Il progetto è stato promosso dal Comune di Treviso con Israa e gli studenti dell’Istituto “Besta”

Guide pratiche, tutorial video e spazi di connessione digitale nei centri anziani del Comune per favorire l’accesso e l’utilizzo di alcuni servizi on line agli over 65: questa mattina è stata presentata a Palazzo Rinaldi l’iniziativa frutto del lavoro portato avanti nell’ultimo anno e mezzo grazie al progetto Europeo “TAAFE – Verso uno Spazio Alpino a Misura di Anziano”, finanziato nell’ottobre del 2019 con € 1.909.707,56.

Il progetto, che vede il Comune di Treviso (con il Settore Servizi Sociali e l’Ufficio Politiche Comunitarie) capofila di 10 partner europei tra cui ISRAA, ha sviluppato il modello partecipativo “TAAFE” in cui l’anziano non è fruitore passivo di servizi, ma cittadino attivo nell’ identificazione dei propri bisogni, nell’individuazione di soluzioni e nella co-creazione di servizi che rendano le città più inclusive e attente alle esigenze degli anziani.

I due elementi chiave del processo partecipativo sono “TRIO”, un team composto da un portavoce dei cittadini anziani, un rappresentante istituzionale e un facilitatore metodologico che ha il compito di guidare il percorso partecipativo e  il Gruppo di Azione Locale, che affianca il TRIO con compiti sia consultivi che operativi, formato da rappresentati delle istituzioni e della società civile tra cui l’istituto Besta e lo SPI CGIL, persone con professionalità diverse (insegnanti, medici, infermieri …) e cittadini over 65.

Il primo passo fatto a Treviso è stato quello di coinvolgere i centri anziani del territorio e i partecipanti del Gruppo di Azione Locale, fra i quali l’istituto Besta che, attraverso delle interviste fatte dagli studenti ai cittadini over 65, hanno raccolto i loro bisogni ed esigenze per rendere la città più accessibile e a misura di anziano.

La consultazione ha fatto emergere due aspetti prioritari: da un lato ha evidenziato come problematico l’accesso e l’utilizzo dei servizi on line delle Pubbliche Amministrazioni, dall’altro ha portato alla luce il desiderio dei nostri anziani di avere uno scambio di competenze intergenerazionali.

Il Gruppo di Azione Locale ha pertanto unito queste due esigenze, proponendo la creazione di “spazi di connessione digitale” gestiti dagli studenti dell’istituto Besta.

Gli studenti, adeguatamente formati, guideranno i cittadini over 65 nell’accesso e nell’utilizzo di alcuni servizi on line come la prenotazione delle visite mediche specialistiche, il download delle ricette e l’apertura di un ticket alla posta. In attesa dell’attivazione di questi “spazi digitali”, che è stata rallentata dalle restrizioni dovute all’emergenza Covid-19, sono state create da alcuni rappresentanti dei centri anziani e dagli studenti dell’Istituto Besta delle guide cartacee e dei tutorial video per accompagnare passo dopo passo i nostri anziani nell’accesso ai servizi on line.

I materiali prodotti sono stati poi testati e, fatti i necessari aggiustamenti, sono in distribuzione negli studi medici, nelle farmacie, nei centri anziani e sono già disponibili on line sul sito del Comune o nel sito di ISRAA.

Il prossimo passo del progetto TAAFE sarà l’apertura di questi spazi di connessione digitale che diventeranno un riferimento per i nostri anziani per riuscire a navigare nei servizi on line della pubblica amministrazione.

Si partirà con due gruppi di studenti che si recheranno nei centri anziani della Città il lunedì e il venerdì, in orario 15.00/17.30 per 3 settimane, con partenza lunedì 11 ottobre

In questa fascia oraria gli studenti saranno in grado di incontrare circa 6/7  anziani,  dedicando ad ognuno il tempo necessario per insegnare ad usare il computer.

Le più lette